28, Novembre, 2022

Ceccarelli risponde ai pendolari: “Giuste indicazioni, stiamo già lavorando per migliorare le ispezioni”

Più lette

In Vetrina

La lettera dei Comitati dei pendolari di mezza Toscana, Valdarno compreso, ha ottenuto la risposta immediata dell’assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli. “Ho letto con interesse la vostra lettera e non solo la condivido, ma stiamo già lavorando da qualche mese per rendere più efficaci, mirate, sistematiche e trasparenti le ispezioni”

L'invito dei pendolari ha colto nel segno: il sistema delle ispezioni sui treni regionali sarà migliorato. A dirlo è lo stesso assessore regionale ai trasporti, Vincenzo Ceccarelli, che risponde così alla lettera aperta sottoscritta da alcuni Comitati di pendolari della Toscana, compreso quello del Valdarno. 

I miglioramenti ci saranno, spiega Ceccarelli, e saranno il frutto di un lavoro che è già iniziato, e che si inserisce proprio in quel cammino evidenziati dai pendolari. "Ho letto con interesse la vostra lettera – scrive l'assessore – e non solo la condivido ma stiamo già lavorando da qualche mese per rendere, come voi dite, più efficaci, più mirate, sistematiche, trasparenti, e meglio percepite e più apprezzate dagli stessi pendolari le ispezioni".

"Per far questo abbiamo modificato la legge regionale di riferimento, al fine di poter reclutare nuovi ispettori tra i dipendenti degli enti pubblici, a cominciare da quelli delle Province, per avere la possibilità di infittire e meglio programmare i controlli sulle linee periferiche". Insomma, i dipendenti di enti pubblici che utilizzano regolarmente il treno potranno diventare ispettori regionali, evidenziando così via via i problemi e i disservizi. 
 
"Già da oggi – spiega Ceccarelli – molti ispettori regionali sono dei pendolari, in quanto dipendenti della Regione, che ogni giorno prendono il treno per venire a lavorare. Grazie al loro impegno, anche quando non sono ufficialmente in ispezione, possiamo avere una quantità di informazioni disponibili, utili alla programmazione del servizio e alla correzione delle criticità". Già nel loro tragitto casa-lavoro, dunque, oggi gli ispettori raccolgono informazioni preziose. 
 
Tutte queste informazioni dovranno poi essere rese pubbliche, disponibili alla consultazione. Lo avevano chiesto nella loro lettera, i pendolari, e Ceccarelli garantisce che presto sarà così: "Stiamo per varare un nuovo sistema operativo che consentirà l'inserimento dei dati relativi a verifiche e controlli a bordo treno, direttamente su un software capace di generare report anche in tempo reale. Questi dati, quando il sistema sarà a regime, saranno restituiti all'utenza nell'ambito della nuova piattaforma web dedicata ai pendolari, anch'essa in costruzione. Proprio in questi giorni, intanto, gli ispettori vengono dotati di strumenti più adeguati per l'inserimento dei dati nel sistema".
 
E nel concludere la sua lettera, l'assessore apre ancora al confronto con i pendolari, proprio sul riassetto del sistema delle ispezioni a bordo: "Tutti questi passaggi sono propedeutici alla ridefinizione di una strategia di azione degli ispettori regionali che sarà per noi utilissimo poter confrontare con l'utenza, al fine di garantire il risultato più efficace e una valorizzazione del lavoro che fanno gli ispettori quotidianamente. Nel frattempo, tutte le informazioni e i suggerimenti contenuti nella vostra lettera sono stati girati agli uffici e saranno valutati per la programmazione immediata e quella futura delle ispezioni".
 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati