25, Giugno, 2022

Castelnuovo in Avane, aperto il terzo Simposio di scultura. Il sindaco Degl’Innocenti o Sanni: “Da qui un potente messaggio di pace”

Più lette

In Vetrina

Cerimonia di taglio del nastro al vecchio borgo di Castelnuovo in Avane, nel comune di Cavriglia, per l’apertura ufficiale del terzo simposio internazionale di scultura monumentale “Pietra sublime”: un momento che sancisce anche, in maniera simbolica, il nuovo corso che il borgo prenderà grazie ai progetti e ai finanziamenti del Pnrr, che porteranno qui, come ha detto il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, “un percorso di rinascita, un nuovo Rinascimento”. Presente tutta la giunta di Cavriglia, il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli, mentre il presidente della Regione Eugenio Giani è passato per un saluto nel primo pomeriggio, perché poi impegnato in altre città toscane.

“Quest’anno per la prima volta abbiamo trasferito il Simposio da Cavriglia a Castelnuovo d’Avane – ha ricordato il primo cittadino – perché vogliamo mettere ulteriormente in risalto le potenzialità di questo luogo, che ha avuto il riconoscimento di 20 milioni di euro dal Pnrr per il recupero di questo che è tra l’altro il luogo della memoria degli eccidi. Il Simposio coniuga lo scambio interculturale lanciando anche un messaggio potente di pace, grazie alla presenza tra gli otto scultori di un artista ucraino, che ha avuto un permesso speciale per poter essere qui”.

 

Ha chiuso il pomeriggio il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli. “Questo é il luogo della rinascita e della ripartenza di una terra – ha detto -. Da qui si scaturiscono moltissimi progetti e tantissimi cantieri sono in partenza. Sono orgoglioso di essere qui insieme a voi per festeggiare questo momento importantissimo”.

Le opere degli otto scultori, provenienti da varie parti del mondo, una volta terminate rimarranno sul luogo, diventeranno una sorta di galleria a cielo aperto all’ingresso del vecchio borgo. Il simposio terminerà il 3 luglio prossimo quando il sindaco e la Giunta inaugureranno le opere concluse ed il murale di Venturino Venturi che é stato restaurato per l’occasione; in quella data, ha annunciato il primo cittadino, si terrà una grande cena alla quale l’Amministrazione inviterà tutti i cittadini dei vecchi borghi del comune di Cavriglia che non esistono più.

 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati