30, Gennaio, 2023

“Capodanno di corsa”, è conto alla rovescia per la quarantaseiesima edizione

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Come è ormai tradizione da più di quarant’anni, a San Giovanni il nuovo anno arriverà di corsa: nella città del Marzocco infatti si rinnova il tradizionale appuntamento con il “Capodanno di corsa”, organizzato dai Veterani sportivi con la collaborazione dell’Atletica Sangiovannese e il patrocinio dell’amministrazione comunale.

La gara, che festeggia la sua quarantaseiesima edizione, prevede la partenza alle 10,30 davanti a Palazzo d’Arnolfo e si disputa su una distanza di circa tredici chilometri e mezzo (poco più di cinque chilometri invece quella non competitiva), per un percorso che, dopo il via, vedrà i podisti percorrere nel primo giro tutta via Peruzzi per poi transitare in viale Gramsci e costeggiare l’Arno fino al ponte del Bani e reimmettersi in corso Italia, ritornare su via Peruzzi per poi attraversare la zona del Ponte alla Forche e del Porcellino e quindi riportarsi, dopo avere percorso un lungo tratto della regionale 69 costeggiando l’Arno, verso il centro storico, dove è posto l’arrivo.

Lo sorso anno, complice l’assenza degli atletii di colore, sia in campo maschile che in campo femminile  si ebbe un podio tutto italliano.

Fra gli uomini, con il tempo di 41’49” vinse   Valgimigli  (Giglio rosso Firenze) al secondo posto distanziato di oltre un minuto  Mei (Atletica Castello), quindi terzo arrivò Graziani (Up Policiano). Fra le donne  la più veloce fu Tamburi  (Avis Perugia), diciannovesima assoluta con il tempo di 47’11”, molto distanti ma sul podio Mattesini (Up Policiano) e Municchi (Mastergross)

Per quello che riguarda i record, fra gli uomini resiste da 1996 il 38′,08” stabilito da Bernard Boio, risale al 2014 il 45’06” di Korir Rebecca Jepchirchir, la migliore prestazione per le donne.

Articoli correlati