28, Settembre, 2022

Beni comunali all’asta, aperto il bando per la vendita: ci sono ex scuole, garage, cantieri e una terrazza

Più lette

In Vetrina

Il valore stimato si aggira intorno ai 2 milioni di euro. Aperto il bando per la presentazione delle offerte: a settembre si terrà la vendita

Immobili di proprietà comunale in vendita, all'asta, per un totale di quasi 2 milioni di euro: è aperta la procedura di vendita dei beni definiti alienabili dal comune di Montevarchi, perché non più funzionali. Palazzo Varchi ha messo in vendita 15 edifici, locali, terreni, che potranno servire per arricchire le casse comunali, se le vendite andranno a buon fine. Le offerte si potranno presentare fino al 2 settembre, poi le buste eventualmente arrivate saranno aperte. 

I beni in vendita sono quelli stabiliti con apposita delibera di Consiglio comunale, lo scorso dicembre. Ci sono in particolare: 

La Terrazza di piazza Vittorio Veneto, da anni nel piano delle alienazioni. Il valore stimato della terrazza, che si affaccia sulla piazza, è di 90mila euro. 
La Ex Scuola Elementare di Moncioni, che comprende anche della superficie SLU: la stima è di 260mila euro.  
Ancora nella frazione di Moncioni, il comune intende vendere anche l'ex ambulatorio medico: in qusto caso il valore si aggira sui 90mila euro.  
Infine, sempre a Moncioni, è in vendita anche un piccolo locale di servizio, dal valore di 3.500 euro. 
Vale di più, invece, l'Area edificabile a destinazione produttiva situata a Levanella, nella zona delle Padulette, che era stata al centro dell'attenzione nei mesi scorsi come ipotesi per ospitare la nuova scuola, oggi invece destinata altrove. In questo caso, per il terreno la stima è di 400mila euro. 
A Levane Alta si vende l'ex Circolo: valore 40mila euro. 
A Montevarchi il comune mette in vendita il Cantiere Comunale di via Volta per 295mila euro; e il Garage adiacente per 22.600 euro. 
C'è poi un Relitto stradale in via Trento, stimato 3.600 euro. 
Il capitolo con il valore più consistente è però quello della Ex Filanda alla Ginestra: si tratta dell'ex stabilimento produttivo, ormai abbandonato, che si trova di fronte al centro culturale e biblioteca comunale. In questo caso la stima è di 650mila euro. 
Nell'elenco figurano, infine, gli ex Lavatoi nella frazione di Moncioni (12mila euro) e un resede con centrale termica in quota parte nel condominio di piazza Umberto 1° (6.500 euro). 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati