25, Settembre, 2022

Badia di Soffena: il Pd iscrive il complesso monumentale nell’iniziativa promossa dal Governo per il recupero dei luoghi culturali

Più lette

In Vetrina

Per recuperare i luoghi culturali dimenticati il Governo mette a disposizione 150 milioni di euro. Fino al 31 maggio tutti i cittadini potranno segnalare all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it. Per Castelfranco è in lista la Badia di Soffena

"Confidiamo nell'intervento e nel contributo del Governo affinchè il complesso monumentale della Badia di Soffena, nell'ambito di un progetto condiviso con il Comune di Castelfranco Piandiscò da sempre interessato alla promozione alla struttura, possa tornare ad essere luogo di incontro e di aggregazione ed offrire opportunità e prospettive di valorizzazione e sviluppo per il territorio e le nostra comunità".

Con queste parole il Partito democratico di Castelfranco ha sottoposto all'attenzione del Governo il complesso monumentale della Badia di Soffena perchè possa essere inserito nel progetto che recupera i luoghi culturali dimenticati, "un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare". 

Nel complesso il Governo mette a disposizione 150 milioni di euro. Fino al 31 maggio tutti i cittadini potranno segnalare all'indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it  i luoghi da riportare in auge.

Dopo aver presentato la storia e la cultura della Badia di Soffena il Pd evidenzia i problemi del complesso: "Il complesso monumentale, assegnato al Polo Museale della Toscana con il D.P.C.M. N. 171/2014 , necessita oggi di indispensabili interventi di ristrutturazione ed adeguamento per poter esser fruibile e per assolvere a quel ruolo di aggregazione e promozione della cultura per il quale fu edificato. In particolare si rendono necessari ed urgenti interventi di consolidamento delle strutture, delle coperture e dei solai di una parte importante dell'edificio, oggi non accessibile e chiusa al pubblico. Dal punto di vista impiantistico, inoltre, la totale assenza di impianti di riscaldamento e climatizzazione ne rendono inutilizzabile la struttura per buona parte dell'anno e compromettono la conservazione dei documenti e del patrimonio artistico presente".

L'invito del Pd è rivolto a tutti i cittadini di Castelfranco perchè sottoscrivano la richiesta.

 

Articoli correlati