06, Febbraio, 2023

Alleanza per Bucine critica l’aumento rette scolastiche e il taglio funerali, “Un’altra tegola sulle nostre famiglie”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il gruppo di opposizione ha disapprovato le recenti scelte dell’amministrazione sui servizi cimiteriali e scolastici

Variazioni in merito allo svolgimento dei funerali e alle rette scolastiche: sono i cambiamenti che hanno coinvolto recentemente alcuni servizi del comune di Bucine, a parlarne è il gruppo Alleanza per Bucine con forte dissenso.

"Alle porte del Natale il sindaco Benini e la sua giunta hanno pensato bene di tagliare lo svolgimento dei funerali nelle ore pomeridiane – scrive il gruppo di opposizione in un comunicato stampa – da qualche settimana, infatti, a Bucine i funerali vengono celebrati soltanto nei giorni feriali e in mattinata; nell'ultimo anno infatti si è provveduto prima ad impedire le commemorazioni funebri il sabato e la domenica e adesso si tagliano anche i funerali di pomeriggio. Tutto questo va, ovviamente, a danno dei cittadini bucinesi che si vedono tagliare un altro servizio essenziale che va ad incidere in uno dei momenti più delicati della vita delle famiglie."

"Inoltre vogliamo denunciare come siamo di fronte all'ennesimo aumento delle tasse per i contribuenti bucinesi – prosegue Alleanza per Bucine – con la delibera n. 164 dello scorso 14 novembre infatti sono state aumentate a decorrere dal primo gennaio 2020 le tariffe per le mense scolastiche, per la consegna dei pasti a domicilio e quelle relative ai servizi cimiteriali come le tumulazioni ed inumazioni."

"Un'altra tegola sulle nostre famiglie e in particolare su quelle più in difficoltà  – conclude il gruppo consiliare – siamo evidentemente davanti all'ennesimo balzello per coprire i buchi di bilancio di cui il nostro amato comune appare pieno, nonostante le tante promesse sbandierate da Benini in campagna elettorale. Nostro malgrado, gli errori e le incapacità politiche-amministrative della giunta Benini sono, se possibili, ancora maggiori dei suoi predecessori; a pagare con nostro rammarico sono sempre i bucinesi con le loro tasche."

Articoli correlati