28, Maggio, 2024

Publiacqua, approvato dall’Assemblea dei soci il Bilancio 2023. In distribuzione 8 milioni di euro

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’Assemblea dei Soci di Publiacqua ha approvato il Bilancio 2023: i numeri principali parlano di 107 milioni di euro di investimenti, 8 milioni di euro distribuiti ai soci e 5,2 milioni di euro a favore delle famiglie in difficoltà del territorio. “Il Bilancio approvato – si legge in una nota – conferma Publiacqua come una realtà solida dal punto di vista economico-finanziario, con una capacità di investimento importante e strettamente legata al proprio territorio di riferimento”.

Nel 2023 Publiacqua ha prodotto un Margine Operativo Lordo pari a 178,2 milioni di euro, il più alto dall’inizio della gestione, con un incremento rispetto al 2022 del 7,3%, a fronte di ricavi complessivi per 309 milioni di euro. L’utile netto registra invece un risultato positivo pari a 25,54 milioni di euro, con un incremento del 2,7% rispetto all’anno precedente. La solidità è testimoniata anche dai principali indicatori: il Rapporto Utile netto/Patrimonio netto si attesta al 8,07%, e il rapporto Posizione finanziaria netta/Margine operativo lordo si attesta allo 0,59%, a testimonianza dell’ottima capacità di Publiacqua di autofinanziarsi pur in presenza di un volume importante di investimenti.

Sul fronte degli investimenti sul territorio, nel 2023 sono stati attivati 107 milioni di euro per un valore procapite di circa 82 euro ad abitante servito, superiore del 40% rispetto alla media nazionale, per rinnovare e potenziare le infrastrutture del sistema acquedottistico (53%), fognario (26%) e depurativo (11%) ma anche per far fronte alla crisi legata all’emergenza alluvionale di inizio novembre (1,6 milioni di euro investiti in somma urgenza).

Infine la voce relativa al sostegno alle famiglie del territorio per il pagamento delle fatture idriche: nel 2023 Publiacqua ha distribuito 5,2 milioni di euro alle famiglie in difficoltà economica all’economia.

La crescita aziendale è però fotografata anche dalle percentuali di prestazioni svolte nel rispetto dei tempi previsti nella Carta del Servizio. I dati evidenziano ad esempio un incremento deciso della qualità delle prestazioni connesse all’avvio e cessazione del rapporto contrattuale (il livello di rispetto dei tempi previsti è passato dal 97,5% del 2018 al 99,5% del 2023) e delle prestazioni connesse alla gestione del rapporto contrattuale (livello di qualità passato dal 96,5% del 2018 al 99,2% del 2023). Valori ormai prossimi al 100% del rispetto degli obblighi previsti in Carta del Servizio, a dimostrazione dell’elevata efficacia ed efficienza raggiunta e che collocano Publiacqua tra le aziende leader del settore per qualità erogata. Un impegno apprezzato dai cittadini/utenti il cui livello di soddisfazione si è attestato nel 2023 al 90,9%.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati