28, Maggio, 2024

“Sciarpe del centenario” di Vincenzo Nasuto: la mostra in omaggio dei cento anni di Villa Masini

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Villa Masini, a Montevarchi, compie 100 anni. Realizzata nel 1924 da Angelo Masini, industriale dei cappelli, è diventata un simbolo della città, resa famosa a livello internazionale anche per essere stata set di alcune scene del film premio Oscar “La vita è bella” di Roberto Benigni. In occasione dell’anniversario, dal prossimo 12 maggio aprirà i battenti la mostra “Sciarpe del Centenario” dell’artista Vincenzo Nasuto, promossa dal sindaco Silvia Chiassai Martini, dal curatore Marcello Bossini e dal dirigente scolastico dell’Isis Valdarno Roberto Santi in quanto gli studenti della sezione moda hanno realizzato alcuni abiti riprendendo lo stile dei primi anni del ‘900 che saranno presentati nella serata di gala dell’11 maggio proprio alla villa.

“Voglio ricordare che Villa Masini è un capolavoro di architettura liberty e decò – afferma il Sindaco – e che, a distanza di 100 anni, rappresenta anche il simbolo dell’ingegno, sviluppo economico e operosità della comunità montevarchina. In questo contesto meraviglioso, si inserisce la mostra dei foulard di Vincenzo Nasuto, realizzati in tessuto nobile pregiato a stampa e che hanno tratto ispirazione dai manufatti della villa. Queste opere hanno due obiettivi, possono essere indossate, oppure addirittura appese alle pareti come quadri d’autore, in un connubio meraviglioso tra arte e moda. L’abilità di Nasuto esprime l’eccellenza artigiana per cui siamo conosciuti in tutto il mondo. Un plauso particolare agli studenti dell’Isis Valdarno che, con le loro creazioni, continuano la tradizione della moda che affonda le radici nel territorio portando avanti una storia del “Made in Italy” di cui siamo orgogliosi testimoni”.

“Sono soddisfatto di aver partecipato alla mia maniera alla realizzazione di opere d’arte su tessuto– continua l’artista Nasuto – un impegno che va avanti da 10 anni e che sto esportando in tutto il mondo. Per rendere omaggio a questo anniversario, ho preso spunto da tanti scorci della villa, prestigiosa e bellissima, che ho poi riprodotto nei miei foulard, esposti nella Limonaia fino alla fine di maggio”.

“Una mostra che riprende la tradizione antichissima e artigianale di Montevarchi – commenta il dirigente dell’Isis Valdarno Santi – Una tradizione che viene ricordata anche con questa bellissima iniziativa. I nostri studenti hanno realizzato dei capi di abbigliamento per l’occasione e sono protagonisti anche per l’entusiasmo che mettono partecipando al progetto”.

L’importanza della villa viene infine sottolineata da Marcello Bossini: “Dal 1988 è stato un susseguirsi di interessi e di passione per il palazzo che è rappresentativo dello spirito di iniziativa di questa comunità. Un’opera realizzata da Angelo Masini, un uomo di grande ingegno, anche se non aveva fatto molti studi. Aveva ottenuto fortuna attraverso la sua fabbrica di cappelli, La Familiare, nata nel 1905 e che occupava circa 600 persone, acquisendo negli anni molta importanza. Una villa che ancora oggi viene studiata fuori da Montevarchi ed è uno dei suoi gioielli più belli”.

La mostra di Vincenzo Nasuto resterà aperta al pubblico nella Limonaia di Villa Masini, dal 12 al 31 maggio, il sabato pomeriggio, dalle 15.00 alle 19.00 e domenica mattina, dalla 10.00 alle 12.00, con ingresso gratuito.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati