12, Aprile, 2024

Reggello, smaltisce rifiuti speciali nel Resco: denunciato dai carabinieri forestali

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

I carabinieri della stazione forestale di Reggello hanno denunciato una persona per aver smaltito nel Resco rifiuti speciali. Le indagini sono scattate dalla segnalazione di un cittadino: il torrente, in località Catigliano della frazione Vaggio del Comune di Reggello, aveva una strana colorazione dovuta all’immissione di una sostanza indefinita all’uscita di una conduttura laterale.

I militari, insieme ad una pattuglia della Polizia Municipale di Reggello, hanno constatato che nell’alveo si era formata una zona di colorazione diversa e più intesa, all’uscita di un canale di raccolta, che presentava sul fondo uno strato di accumulo di materiale “limoso” di grana molto fine con una colorazione grigio-celeste. Seguendo il corso di questo canale hanno riscontrato un tubo in pvc proveniente da un pozzo artesiano che scaricava acqua satura di questo limo.

“Dagli accertamenti è emerso che si trattava di acque di spurgo di un pozzo artesiano autorizzato ma, così come previsto dalla normativa vigente, è indispensabile prevedere un pozzetto di decantazione, prima dell’immissione nel corpo idrico recettore, al fine di non aumentarne la torbidità. Quindi l’attività di spurgo del pozzo doveva quindi prevedere una vasca di decantazione e, la sola acqua derivante da questa, poteva essere reimmessa nel corpo idrico recettore in quanto considerata ‘acqua di restituzione’, ai sensi del Testo Unico Ambientale (T.U.A), mentre i fanghi limosi dovevano essere utilizzati in loco, oppure smaltiti a norma di legge”, spiegano i carabinieri.

“Questo comportamento costituisce la violazione del Testo Unico Ambientale, laddove vieta lo smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi, nello specifico fanghi limosi, provenienti dallo spurgo di un pozzo tramite immissione in un corpo recettore. Una persona è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria”.

Articoli correlati