28, Febbraio, 2024

Prende a bastonate un furgone, poi si pente e chiama i Carabinieri: “Pensavo fosse di un’altra persona”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Ha danneggiato un mezzo parcheggiato, colpendolo con un bastone, poi però si è pentito e ha chiamato i Carabinieri: è avvenuto nella notte fra sabato e domenica a Laterina, dove i militari della Compagnia Carabinieri di Arezzo hanno proceduto alla denuncia di un uomo italiano di 40 anni per il reato di danneggiamento aggravato.

Ad intervenire sono stati i carabinieri  di Laterina e Subbiano, dopo la chiamata: giunti sul posto hanno effettivamente notato che erano stati effettuati dei danneggiamenti, in particolare specchietti retrovisori rotti e vetri infranti. Gli uomini dell’Arma hanno trovato accanto al mezzo sia il proprietario, sia l’autore del danneggiamento, che ha confessato spontaneamente di aver distrutto gli specchietti del furgone con un bastone di legno e di aver poi chiamato i Carabinieri perché si era pentito del gesto.

Il 40enne ha infatti spiegato che pensava che quel furgone fosse di proprietà di un’altra persona, con la quale aveva avuto un diverbio il pomeriggio precedente. A nulla sono valse le ripetute richieste di scuse nei confronti del proprietario del mezzo, i Carabinieri hanno identificato l’uomo che è stato denunciato in stato di libertà all’A.G. di Arezzo per il reato di danneggiamento aggravato.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati