09, Dicembre, 2022

Ponte Catolfi, la sindaca Simona Neri: “I problemi si affrontano nel merito e nelle sedi opportune”

Più lette

In Vetrina

Dopo il servizio andato in onda su Striscia la Notizia e l’intervento dei consiglieri regionali Veneri e Casucci, in merito alla situazione del Ponte Catolfi interviene la sindaca di Laterina Pergine, Simona Neri, che respinge al mittente le accuse. “La proroga dei lavori concessa dalla RUP alla ditta fino al 24 Gennaio è pubblicata sul sito del Comune e da due Consiglieri Regionali mi aspetterei quantomeno un minimo di informazione. Dei lavori e del cronoprogramma del Catolfi ne stiamo parlando alle assemblee pubbliche (anche alla presenza dei tecnici del Comune) ed in ogni occasione pubblica che ci consenta di approfondire i temi e rispondere alle domande dei cittadini; si, in sostanza la faccia ce l’ho messa e ce la metterò sempre”, esordisce Neri.

“Tutto ciò premesso – prosegue la prima cittadina rivolgendosi ai consiglieri regionali della Lega – lo stato dei lavori lo chiedano invece al loro consigliere Bellezza che non si è visto alle ultime due sedute di Consiglio Comunale e su 8 Consigli Comunali del 2021 ne ha già saltati tre, ovvero il 40%, quasi la metà. Per non parlare delle conferenze dei Capigruppo. Questo probabilmente è il motivo per cui la destra è poco informata sull’andamento dell’Amministrazione pubblica e ci tengo, anche in questa sede, ad aggiornarli: la RUP ha concesso proroga alla ditta fino al 24 gennaio. Ad oggi la ditta è in linea con il cronoprogramma. Entro il 9 dicembre saranno fatti i riempimenti delle rampe di accesso per effettuare il collaudo con l’ausilio di mezzi pesanti. Verranno anche posizionati i sottoservizi. Nella giornata odierna stanno gettando i marciapiedi laterali, in pratica al 1° Novembre sono stati eseguiti l’85% dei lavori complessivi”.

“Per carità – conclude Simona Neri – fare le comparsate su Mediaset per 6 secondi all’anno può essere anche gratificante per qualcuno, ma certamente non è così che si amministra un territorio. I problemi si affrontano nel merito e nelle sedi opportune, sempre se interessa approfondire. Capisco che sia molto più semplice affibbiare responsabilità politiche senza cognizione di causa, che due Consiglieri Regionali non sappiano come funziona un codice degli appalti e che i lavori pubblici li gestiscono RUP, Direttore Lavori e Coordinatore per la Sicurezza mi stupisce. Credo invece che i nostri concittadini abbiano ben capito di chi sono le responsabilità reali ed abbiano ben compreso tutte le fasi di lavoro e le criticità che si sono succedute in questo cantiere e che hanno provocato disagi a tutti noi. Non mi stupisco affatto invece che questa volta, contro la Sindaca, il Consigliere Bellezza abbia chiamato in soccorso non uno ma due esponenti della Regione!”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati