15, Aprile, 2024

Montevarchi, un borseggio e un furto: i carabinieri rintracciano i responsabili. Due le denunce

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Continuano le operazioni dei carabinieri della compagnia di San Giovanni per fronteggiare la microcriminalità. Altri due i casi risolti negli ultimi giorni, entrambi accaduti al Centro commerciale CoopFi di Montevarchi.

Un carabiniere della Stazione di Montevarchi, libero dal servizio, si trovava a fare la spesa quando ha notato una donna nota alle Forze dell’Ordine per numerosissimi precedenti per furto con strappo tanto da essere ritenuta una vera e propria maestra dell’arte dello scippo. Il carabiniere, a debita distanza, ha seguito la donna e tutte le sue mosse. Pochi minuti dopo la ladra ha individuato la propria preda: una signora di circa 80anni. Approfittando di un attimo di distrazione dell’anziana la ladra ha afferrato il suo borsello lasciato nel carrello ed è fuggita tra la folla. Il carabiniere l’ha seguita fino al parcheggio esterno dove, però, la donna, grazie ad una complice che l’aspettava in auto, è riuscita a fuggire. Il militare l’ha inseguita con la propria auto ed ha contattato la Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno richiedendo rinforzi. Dopo pochi minuti l’auto delle malviventi è stata intercettata e bloccata. Addosso alla ladra è stato trovato il borsello rubato. La donna è stata denunciata in stato di libertà per furto aggravato e per minaccia a Pubblico Ufficiale, mentre la complice, colta alla guida nonostante avesse la patente revocata, è stata deferita per il corrispondente reato previsto dal Codice della Strada.

Sempre al Centro Commerciale di Montevarchi i carabinieri sono riusciti ad identificare l’autore di un tentato furto commesso all’interno del supermercato. Pochi giorni fa, in pieno giorno, un uomo, eludendo la sorveglianza, aveva tentato di portare via svariati generi alimentari, venendo però temporaneamente bloccato dal personale adibito all’antitaccheggio. Approfittando di un attimo di distrazione dei propri custodi era riuscito a divincolarsi ed a fuggire. Una volta arrivati sul posto i carabinieri hanno immediatamente avviato l’indagine che, grazie alla disamina del circuito di videosorveglianza interna ed al pedinamento elettronico l’uomo è stato identificato in un 35enne con molti precedenti di polizia. Per lui è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per tentato furto aggravato.

Articoli correlati