08, Dicembre, 2022

Gestione di rifiuti non autorizzata e guida sotto gli effetti di cocaina: i carabinieri denunciano due persone

Più lette

In Vetrina

Gestione di rifiuti non autorizzata e guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti: i carabinieri della compagnia di San Giovanni, in due diversi momenti, hanno denunciato due persone.

Per la tutela dell’ambiente i carabinieri hanno intensificato le attività di controllo. I militari di Bucine, dopo aver sequestrato nei mesi scorsi due autocarri carichi di materiale pericoloso e aver denunciato alcuni autotrasportatori, hanno fermato e controllato un mezzo che stava raggiungendo un centro di conferimento rifiuti dell’aretino. L’uomo alla guida trasportava elettrodomestici, un barile di olio esausto e delle parti di motore e di carburatori di auto: rifiuti speciali e pericolosi del tipo r.a.e.e., in mancanza della specifica autorizzazione prescritta ex d.lgs. 152/2006. In pratica “aveva omesso di confezionare adeguatamente i rifiuti trasportati per lo smaltimento, e di separare dalle altre componenti gli oli combusti, che, laddove non correttamente smaltiti, diventano estremamente pericolosi per l’ambiente in cui vengono dispersi”. Il conducente del furgone, un 45enne, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, previsto dal Testo Unico delle norme in materia ambientale.

A Montevarchi, invece, i carabinieri hanno denunciato un 50enne sorpreso alla guida sotto gli effetti di sostanza stupefacente e lesioni stradali colpose. Le indagini sono scattate dopo che l’uomo a inizio ottobre aveva investito una 25enne mentre stava attraversando la strada: la donna  fu portata al Pronto Soccorso dell’ospedale della Gruccia ove le furono riscontrate lesioni giudicate guaribili in 30 giorni. Le successive analisi di laboratorio compiute sui campioni biologici prelevati dai carabinieri hanno evidenziato la presenza nell’organismo dell’uomo, all’atto dell’incidente, di cocaina. Da qui la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti, prevista dal Codice della Strada, e lesioni stradali colpose. E’ stato anche segnalato alla Prefettura di Arezzo per uso personale di sostanza stupefacente.

 

Articoli correlati