18, Giugno, 2024

Foro di Faella, la Provincia revoca l’aggiudicazione: “La ditta non si è presentata alla consegna dei lavori”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si allungano i tempi per vedere finalmente gli operai al lavoro per l’intervento di recupero della Galleria in località il Poggio, lungo la SP 9 “Fiorentina”, il cosiddetto Foro di Faella. La Provincia di Arezzo ha infatti dovuto procedere con la revoca dell’aggiudicazione alla ditta che aveva vinto la gara d’appalto lo scorso settembre, la Ilesa Costruzioni Srl, dopo “un duplice tentativo di consegna in via d’urgenza dei lavori, non andato a buon fine”, come si legge nella Determina del Dirigente del settore.

L’intervento, lo ricordiamo, è relativo al consolidamento della Galleria, per un importo complessivo di 820mila euro: un intervento che la Provincia di Arezzo vorrebbe eseguire quanto prima, e da qui la necessità di procedere in via d’urgenza, in base a quanto “evincibile sia dalla relazione di verifica delle Strutture (dove a pag. 41 viene richiesta “l’individuazione di un immediato intervento di riparazione del tratto non verificato della galleria”), sia dal Cronoprogramma delle attività, che prevedeva l’avvio dei lavori, già a decorrere dal mese di settembre 2021″.

Nella Delibera, si chiarisce che “l’Amministrazione ha inteso intraprendere un duplice tentativo di consegna, e che la mera presenza del Legale rappresentante dell’Impresa, fisicamente intervenuto, ma senza recare al seguito la documentazione necessaria a tal fine, è equivalsa a mancata presenza, non avendo, di fatto, consentito alla Direzione Lavori, di effettuare la consegna”; inoltre, “pur a fronte della manifestata disponibilità dell’Ente a concedere un lasso temporale maggiore e sicuramente congruo, in cui predisporre ed acquisire la documentazione, l’Impresa ha tenuto un comportamento ritardante e non collaborativo, perdurando nella mancata produzione di quanto richiesto e necessario, senza un giustificato motivo”.

Da qui la decisione di revocare l’aggiudicazione e quindi di procedere “all’interpello del secondo soggetto collocato in graduatoria”, con l’obiettivo di arrivare quanto prima alla consegna effettiva dei lavori di cui il Foro di Faella ha bisogno.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati