08, Dicembre, 2022

Una campagna di crowdfunding per allargare il progetto di accoglienza di Villa Pettini

Più lette

In Vetrina

Da alcuni anni a Villa Pettini, nel comune di Montevarchi, la Fondazione Giovanni Paolo II svolge, insieme ad altre associazioni, un’attività di accoglienza per i profughi che raggiungono l’Italia. Grazie al lavoro dei volontari in questi anni sono state accolte oltre 80 persone, famiglie con bambini e bambine, provenienti da zone di guerra o di marginalità. A tutti sono stati garantiti un tetto, pasti caldi, ma soprattutto la possibilità di inserirsi nel tessuto sociale della Toscana.

L’obiettivo ora è di rafforzare e ampliare alcuni servizi, già esistenti: sostegno psicologico, corsi di lingua italiana, inserimento lavorativo e scolastico per le persone accolte, in modo che possano diventare autonome nella nuova realtà italiana. Per questo è stata lanciata una campagna di crowdfunding, che parte venerdì 7 ottobre su www.eppela.com/villapettini: durerà 40 giorni e consentirà di fare un importante passo in avanti nella realizzazione di questo progetto, per alcuni aspetti unico nel suo genere. Sarà possibile donare a sostegno del progetto anche con bonifico bancario intestato a Fondazione Giovanni Paolo II IBAN IT62R0501802800000012352795 inserendo la causale «accoglienza a Villa Pettini» oppure con Paypal cliccando su t.ly/HLJd.

L’obiettivo della raccolta fondi è raggiungere 10mila euro entro quaranta giorni, che potranno essere raddoppiati dalla Fondazione CR Firenze. Il progetto ha infatti vinto il bando “Social Crowdfunders” sesta edizione, iniziativa di sostegno alla raccolta fondi del terzo settore, realizzata con il contributo di Fondazione CR Firenze, all’interno di Siamosolidali, in collaborazione con Feel Crowd. “La Fondazione CR Firenze – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze – con Social Crowdfunders intende fornire un’opportunità di crescita e sviluppo al Terzo Settore  promuovendo lo strumento del crowdfunding che permette alla comunità di contribuire a progetti concreti finalizzati al bene comune. Noi ci crediamo, e per questo ci impegniamo a raddoppiare la cifra donata, una volta raggiunta la metà dell’obiettivo prefissato. Invitiamo tutti a fare la propria parte affinché il progetto Villa Pettini – una comunità che accoglie e cammina insieme raggiunga l’obiettivo”.

Andrea Bottinelli, Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II, spiega: “La Fondazione, che da oltre 15 anni si dedica all’accoglienza di uomini, donne e bambini in Italia, dalle e nelle Regioni del Mediterraneo, ringrazia la Fondazione CR Firenze per il costante sostegno ad associazioni e Fondazioni del territorio toscano impegnate in analoghe iniziative a favore di coloro che chiedono rifugio e protezione da guerre – pensiamo all’Ucraina e alla Siria, e da condizioni di povertà e di violenza. Non possiamo sottrarci soprattutto allo sguardo di bambini e bambine che ci interrogano sul loro destino.”

Partner del progetto sono il Punto Famiglia Villa Pettini e l’impresa sociale Qoelet, ma molte altre realtà del territorio valdarnese collaborano per la riuscita del progetto: Fondazione Migrantes, Caritas Diocesana, Fraternità della Visitazione ODV, Suore Agostiniane di San Giovanni Valdarno, Suore Minime del Sacro Cuore di Poggio a Caiano e Associazione Barnaba. Tutte le informazioni sul progetto si possono leggere anche sul sito della Fondazione Giovanni Paolo II (www.fondazionegiovannipaoloII.org) e sulla pagina Facebook @FondazioneGiovanniPaolo II.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati