20, Maggio, 2024

“Territori del Pratomagno”, menzione speciale al Premio nazionale del Paesaggio al Ministero della Cultura

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Menzione speciale per il progetto di paesaggio “I territori del Pratomagno”: un importante riconoscimento conferito oggi presso il Ministero della Cultura, a Roma, nell’ambito del Premio Nazionale del Paesaggio, manifestazione giunta alla IV edizione che attribuisce, a cadenza biennale, riconoscimenti a progetti per la capacità di valorizzare il paesaggio attraverso azioni di salvaguardia, gestione o pianificazione, in linea con i 4 criteri indicati dall’Ue (esemplarità, sviluppo territoriale sostenibile, partecipazione, sensibilizzazione).

Fra le 7 menzioni speciali c’è appunto “I territori del Pratomagno”. Il riconoscimento è stato assegnato nella sede del Ministero nel corso di una lunga cerimonia in cui sono stati illustrati i progetti in gara (145 presentati e 73 ammessi), consegnati gli encomi (15) e le menzioni (10 di cui 7 speciali) da parte della Commissione, alla presenza del ministro Gennaro Sangiuliano. Era presente l’assessore alle infrastrutture e governo del territorio Stefano Baccelli accompagnato dal direttore dell’urbanistica Aldo Ianniello e dallo staff della struttura del Paesaggio della Regione Toscana che ha realizzato il progetto vincitore.

La menzione speciale è stata attribuitaper l’attuazione esemplare delle strategie di valorizzazione e tutela dei paesaggi toscani, con particolare riferimento alle specificità dei territori del Pratomagno, attraverso la fruizione della rete dei cammini e percorsi connessi alle risorse identitarie territoriali, individuate attraverso la coprogettazione con la comunità: borghi storici, tradizionali paesaggi agroforestali come la Pratina di crinale, i castagneti da frutto e i terrazzamenti; e per la proposta di interventi di contrasto all’abbandono attraverso la riattivazione di microeconomie legate alle produzioni locali e al sistema di accoglienza diffusa“.

Il video della diretta

A ritirare il premio è stato l’assessore regionale alle infrastrutture della Regione Toscana, Stefano Baccelli: “Grazie da parte della Regione e del presidente Giani, ma anche dei 12 comuni e le 2 unioni di comuni che hanno partecipato a questa progettazione. Questa premiazione di stamani è una occasione interessante e produttiva, che racconta un Paese che si muove intorno e per il paesaggio. Con il Piano paesaggistico e il Progetto di paesaggio, la Regione Toscana ha pensato proprio ad occasioni di sviluppo; e questi progetti, come nel caso del Pratomagno, hanno l’obiettivo di ritrovare economie locali, valorizzare la scoperta lenta come quella dei cammini”.

Soddisfazione per il riconoscimento è stata espressa da Vincenzo Ceccarelli, capogruppo del Pd in Consiglio Regionale: “Il Pratomagno è solo uno degli straordinari giacimenti di bellezza che caratterizzano il paesaggio toscano. Sono felice che il lavoro fatto negli anni in cui come assessore regionale ho avuto la delega per il governo del territorio, abbia consentito di avviare una serie importante di progetti di paesaggio, tra cui questo dedicato ai territori del Pratomagno. Il riconoscimento testimonia l’ottimo lavoro fatto dai comuni del Valdarno e del Casentino coinvolti e valorizza la scelta della Regione, che è stata tra le primissime in Italia a scommettere sulla risorsa paesaggio, con l’approvazione del Piano di Indirizzo Territoriale avvenuta nel 2015 e condivisa con il Ministero. Un premio ideale anche per tutti gli altri progetti sostenuti e stimolati dalla Regione in questi anni, a cominciare da quello dedicato al territorio delle leopoldine. Un lavoro da portare avanti con il massimo impegno”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati