13, Giugno, 2024

Prendono il via le Assemblee delle frazioni. Primo incontro il 30 ottobre a Ponte agli Stolli

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si aprono i lavori delle Assemblee di frazione a Figline Incisa, lo strumento di partecipazione popolare e di confronto tra cittadini e Amministrazione comunale, all’interno delle quali saranno scelti i delegati che siederanno nella Consulta delle frazioni, l’organismo di rappresentanza di tutti i centri abitati del territorio comunale. La prima a riunirsi sarà quella di Ponte agli Stolli, sabato 30 ottobre alle 10.00 al Circolo Arci. Seguiranno le Assemblee di Burchio, mercoledì 3 novembre alle 21 al Circolo Arci, e de La Massa, sabato 6 novembre alle 10 anche in questo caso al Circolo Arci locale.

Le Assemblee, organismi partecipativi disciplinati dal Regolamento comunale delle Consulte, sono 12, una per ciascuna delle frazioni del territorio comunale. Ce ne saranno a Brollo, Burchio, Cesto, Gaville, La Massa, Matassino, Palazzolo, Poggio alla Croce, Ponte agli Stolli, Porcellino, Restone e Stecco. Agli incontri saranno presenti i rappresentanti dell’Amministrazione comunale. La partecipazione è libera e aperta a tutti i residenti nella frazione. Per accedere è necessario il Green pass e gli incontri si svolgeranno nel rispetto della normativa anti-Covid.

Oltre ad Assemblee e Consulta delle frazioni, il Regolamento ha introdotto altri tre organismi tematici. I primi due, che hanno già avviato le loro attività, sono la Consulta dello sport e la Consulta dell’associazionismo, all’interno della quale siede anche il Tavolo delle associazioni culturali. Ne fanno parte un membro a testa per ciascuna associazione – sportiva, culturale e di volontariato – che opera sul territorio, oltre all’Assessore o al Consigliere delegato di competenza. Tutti i membri partecipano a titolo gratuito. La terza è la Consulta dei giovani, che sarà invece composta da rappresentanti degli studenti di tutte le scuole secondarie di primo e di secondo grado presenti sul territorio. La scelta dei rappresentanti inizierà nelle prossime settimane e il primo ciclo di incontri delle Assemblee delle frazioni andrà avanti fino al gennaio 2022.

“Al primo punto del nostro mandato c’è la costruzione di una comunità coesa, fondata su relazioni sociali forti e senso di appartenenza, in cui ogni cittadino possa partecipare ai percorsi decisionali e sentirsi coinvolto in un progetto di collettività. Con l’inizio dei lavori delle Assemblee delle frazioni facciamo un passo decisivo verso questo obiettivo. Ci aspettano settimane di lavoro intenso, ma siamo certi che i cittadini vorranno seguirci in questo cammino, durante il quale l’Amministrazione potrà prendere in carico i bisogni di tutto il territorio e farsi interprete delle proposte che emergeranno durante le Assemblee”, spiegano la sindaca Giulia Mugnai e il vicesindaco Enrico Buoncompagni.

 

Articoli correlati