28, Febbraio, 2024

“Lo sport è: difendiAMOci”, iniziativa con gli studenti nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Una iniziativa con i ragazzi, gli studenti delle scuole, in occasione del 25 novembre, data della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Per questa ricorrenza, la Commissione per le Pari Opportunità di Montevarchi, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Centro Lyp e l’Associazione Eva con Eva ha organizzato l’evento dal titolo “Lo sport è: difendiAMOci” che si terrà presso l’impianto sportivo di viale Matteotti.

Il Sindaco Silvia Chiassai Martini e all’Assessore alle Pari Opportunità Sandra Nocentini saranno presenti insieme agli studenti del Varchi, dell’Isis Valdarno e dei tre Istituti comprensivi di Montevarchi, con l’obiettivo di affermare una cultura del rispetto nei confronti delle donne, ma anche per diffondere la consapevolezza su come prevenire, riconoscere e allontanare ogni forma di violenza. Le porte del Palazzetto dello sport saranno aperte, sabato 25 novembre, già dalle ore 9.00, per permettere a chi lo vorrà di disporre sulle gradinate le scarpe rosse, simbolo del sangue versato e del ricordo di quelle donne che non potranno più indossarle. Alle ore 10.00, tutti i partecipanti saranno accolti con il fiocco rosso disegnato sotto l’occhio e si procederà con la simulazione di un’aggressione e la pratica di tecniche di autodifesa da parte del Centro Lyp. Durante il corso della mattinata si alterneranno la proiezione di video, con testimonianze dirette contro la violenza di genere, letture di brani a cura dell’Associazione Eva con Eva e momenti di confronto.

“Purtroppo nel 2023 i dati sui femminicidi in Italia continuano ad essere preoccupanti – spiegano i promotori dell’iniziativa – con più 100 vittime fino ad oggi, non ultima la tragica fine della giovane Giulia Cecchettin, uccisa in modo atroce dall’ex fidanzato, che ha riportato nuovamente alla luce la necessità di un serio cambiamento culturale da promuovere anche attraverso questa giornata e questi incontri di riflessione con gli studenti”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati