20.03.2018  08:00

"Un tè al Museo", un'occasione per i nuovi cittadini del Valdarno

di Monica Campani
Da marzo a dicembre il sistema museale del Valdarno si apre alle comunità presenti nel territorio


commenti

Data della notizia:  20.03.2018  08:00

"Un tè al Museo": un nome simbolico per un momento in cui il sistema museale del Valdarno apre le porte da marzo a dicembre alle varie comunità presenti nel territorio. I musei si offrono al pubblico con le loro peculiarità, con le loro collezioni, con la loro storia per intrecciarsi con il rito sociale più semplice e diffuso nel mondo, bere un tè.

L'Associazione Bangladesh del Valdarno, il Centro Culturale Islamico del Valdarno, l'Indian Community Association, le Comunità Africane (Burkina Faso, Congo, Costa d'Avorio, Senegal, Nigeria), la Comunità Rumena della Chiesa Ortodossa del Valdarno, l'Associazione Dominicana "Salome Urena del Valdarno", la Comunità Albanese del Valdarno potranno visitare il Museo Terre Nuove, Casa Masaccio e il Museo della Basilica di San Giovanni Valdarno, il Museo Paleontologico e Cassero per la scultura di Montevarchi, il Museo MINE di Cavriglia, il Museo Venturino Venturi di Loro Ciuffenna.

Lo scopo è quello di far conoscere da vicino a questi cittadini la storia, l'arte e la cultura delle città nelle quali risiedono e lavorano. "Durante gli incontri i nuovi cittadini potranno accedere nei musei senza il timore di non comprendere bene la lingua italiana o di non sentirsi all’altezza, poiché il dialogo sarà alla pari: essi potranno trovare nella cultura nuovi spunti per vivere con maggiore agio e consapevolezza la propria realtà quotidiana e viceversa i musei troveranno in loro nuovi sguardi sul loro patrimonio".

Il programma, nato nel 2017, tra marzo e dicembre 2018 vede il coinvolgimento di otto comunità straniere per un ciclo di appuntamenti in tutti i musei del Sistema del Valdarno che inizieranno alle 15.30.

Maurizio Viligiardi, sindaco di San Giovanni: "L'attività del sistema museale del Valdarno cerca di coinvolgere questi nuovi cittadini nella conoscenza dei nostri Musei, nella storia della nostra città e del territorio. Credo sia un bell'esempio di integrazione: far parte di una comunità è anche conoscerne la storia, le tradizioni, l'arte".

 

Valentina Zucchi, direttore Museo delle Terre Nuove: "L'attenzione viene incentrata su ogni tipologia di pubblico. Abbiamo intrapreso la strada della sperimentazione avviata nel 2017 e la riproponiamo con un ciclo di appuntamenti che invitano i nuovi cittadini a visitare i musei, nuove occasione di incontro, di dialogo e di confronto".

 

Sabato 24 marzo: Cassero per la scultura (Montevarchi) e Associazione Bangladesh del Valdarno, sabato 21 aprile: Casa Masaccio (San Giovanni Valdarno) e Comunità Albanese del Valdarno, sabato 19 maggio: Museo Venturino Venturi (Loro Ciuffenna) e Indian Community Association, sabato 16 giugno: Museo Paleontologico (Montevarchi) e Comunità dell'Africa (Burkina Faso, Congo, Costa d'Avorio, Senegal, Nigeria), sabato 15 settembre: Museo della Basilica (San Giovanni Valdarno) e Comunità Rumena della Chiesa Ortodossa del Valdarno, sabato 20 ottobre: Museo MINE (Cavriglia) e Centro Culturale Islamico del Valdarno, sabato 17 novembre: Museo Terre Nuove (San Giovanni Valdarno) e Associazione Dominicana "Salome Urena del Valdarno", sabato 15 dicembre: Cassero per la scultura (Montevarchi) e Centro Culturale Islamico del Valdarno.

Paolo Martinino

 

Cultura

 
comments powered by Disqus
Luca Franchi
Il Dottore delle Piante
Torna per il 5° anno consecutivo il corso “mustR...
Julian Carax
Un.Dici
“Il Canada, per la prima volta nella sua storia cestistic...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...
Roberto Riviello
Controcorrente
Il 19 gennaio 2000, in Tunisia, moriva Bettino Craxi: a r...