14, Agosto, 2022

“La fettunta per distogliere l’attenzione dalla vicenda delle infiltrazioni mafiose”: la posizione di Prima Montevarchi

Più lette

In Vetrina

In una nota il movimento politico di maggioranza attacca il Partito democratico, sull’attenzione riservata alla questione mensa rispetto alla vicenda dei sequestri della Dda di Napoli in Valdarno

Muove dal confronto su due notizie del momento, la critica del movimento Prima Montevarchi nei confronti nel Pd: da una parte la questione mensa, dall'altra le infiltrazioni della camorra in Valdarno. "Ora che il polverone sollevato sul pan con l'olio si va dissolvendo, ci viene da chiedersi perché tutto questo esagerato clamore per un fatto di per sé modesto, durato e risolto lo spazio di due fettunte in due giorni, che ha ripristinato equità sociale e legalità e che non ha certo traumatizzato alcun bambino", sostiene il movimento di maggioranza.

"L'ex sindaco Grasso con l'ex vicesindaco e ex-assessore al bilancio Bertini, neo segretaria del Pd cittadino, hanno mobilitato i notabili del partito fino in Parlamento e al Miur, dimenticandosi del fatto che il buco di 531mila euro nel recupero dei crediti per questo servizio si è formato sotto la loro egida. La stampa e le tv nazionali hanno riempito le pagine di articoli non certo edificanti per la Città, mentre il Sindaco ha dovuto sostenere interviste e dibattiti per difenderne l'immagine e dimostrare che Montevarchi non era diventata una succursale del Lager del Forteto, che i piddini conoscono bene, ma che si era solo ripristinata equità e giustizia". 

"In questa ultima settimana, però – aggiunge Prima Montevarchi – mentre tutti eravamo intenti a seguire il "pan con l'olio", è passata sottotono la vera notizia, che meritava ben altra attenzione, e cioé le indagini sulla camorra e il riciclaggio di denaro sporco in Valdarno e gli sviluppi che l'indagine sta prendendo. Peraltro, tra gli indagati, figurerebbe un montevarchino, imprenditore agricolo e immobiliare. Usiamo volutamente il condizionale poiché riteniamo doveroso evitare attacchi ad personam finché la giustizia non ha fatto il suo corso. Tuttavia una riflessione politica va fatta. Quello che inquieta è che il concittadino indagato è conosciuto proprio per essere stato vicino ad ambienti e persone politiche; inoltre, lo ricordiamo socio di imprese che hanno costruito in aree ove acceso è stato il dibattito politico per la loro rapida trasformazione da verdi a edificabili".

Il movimento di maggioranza conclude: "Sulla vicenda qualche attenzione andrebbe posta, invece di camorra e di riciclaggio in Valdarno nessuno parla, mentre tutti sono informatissimi di mense e fettunta. Paginate di "pan con l'olio" che mettono in secondo piano una notizia seria, grave, allarmante: fiumi di denaro sporco destinati alla Toscana ed al Valdarno, luoghi usati come “lavatrici” dalla camorra. Il PD si è riunito sabato per affrontare la questione mensa ma nessuna parola è stata proferita in merito ai gravissimi esiti delle indagini in corso. Ci saremmo aspettati una pari levata di scudi e, magari, qualche chiarimento in più. E invece il forte impegno del Sindaco nel cercare di ricostruire il tessuto delle relazioni nella comunità cittadina, con il ripristino della legalità, dell'equità, del decoro, è cosa pericolosa per chi c'era prima, abituato a tener lontano i cittadini dal palazzo, per agire in libertà. Per quanto ci riguarda: avanti con le indagini sulla camorra e massima collaborazione per far luce su tutto". 

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati