09, Dicembre, 2022

Figline Incisa, il Comune stanzia 133mila euro per aiutare le famiglie a fronteggiare la crisi energetica

Più lette

In Vetrina

Il Comune di Figline Incisa ha stanziato 133mila euro per aiutare le famiglie in difficoltà a causa della crisi energetica e dei rincari: potranno accedere a un bonus di 1500, 1000 o 750 euro.

“Si tratta di uno stanziamento che è frutto di un percorso di confronto portato avanti ormai da tempo insieme a CGIL, SPI CGIL, CISL, FNP CISL e UIL Toscana – spiega la sindaca Mugnai -. Così come avviene per il bilancio di previsione, infatti, pensiamo che quando si decidono interventi di questo tipo sia doveroso coinvolgere le parti sociali, dal momento che la loro capillarità sul territorio li rende delle sentinelle capaci di registrare nuovi bisogni, sui quali orientare le nostre politiche. Ed è proprio sulla scia di questo percorso, e in seguito al tavolo istituzionale che abbiamo ormai l’abitudine di convocare periodicamente, che abbiamo pensato di mettere a punto una vera e propria misura di intervento mirata a supportarle nell’affrontare le spese per le utenze domestiche, aumentate esponenzialmente incidendo sulle finanze di tutti e, in particolare, di quelle fasce già a rischio povertà”.

“Come già avvenuto in passato – continua Arianna Martini, assessora al sociale – dopo lo stanziamento di 90mila euro in due tranche, dedicato alle famiglie in difficoltà economica a causa della pandemia, e di 60mila euro di contributi affitto integrativi per i vincitori del bando ordinario 2020, purtroppo ci ritroviamo nuovamente in una fase economica di crisi, dovuta al carovita, che come Amministrazione comunale non potevamo ignorare. Oltre a elaborare insieme l’Avviso pubblico appena pubblicato, che consentirà alle famiglie di Figline e Incisa di ottenere un bonus di 1500, 1000 o 750 euro a seconda di criteri Isee e parametri prestabiliti, CGIL, CISL e UIL ci supporteranno nel monitorare gli effetti di questa misura comunale, in modo da confrontarci sul numero di famiglie raggiunte, sulle caratteristiche di quelle che usufruiranno maggiormente di questa opportunità e, in generale, su tutti gli aspetti e i dati che ci saranno utili per valutare nuove misure sociali e nuovi strumenti di intervento in futuro”.

Oltre ai contributi le parti sociali e l’Amministrazione comunale si sono impegnate
a promuovere iniziative di sensibilizzazione per ridurre i consumi energetici e favorire l’efficientamento energetico delle abitazioni.

Per partecipare al bando, che rimarrà aperto fino al 30 novembre, è necessario compilare l’apposito modulo online (disponibile qui https://apps.comunefiv.it/auth) ed essere in possesso dei seguenti requisiti:

per gli under 65, valore Isee corrente in corso di validità non superiore a 15mila euro. A questi nuclei spetterà un bonus di 1000 euro, che può arrivare a 1500 euro se, alla data di partecipazione al bando, risulta attivata una rateizzazione di pagamento delle utenze energetiche (gas metano e/o energia elettrica);

per gli over 65, valore Isee ordinario in corso di validità non superiore a 12mila euro. Per questi nuclei familiari è previsto un bonus di 750 euro, che può arrivare fino a 1000 euro se, alla data di partecipazione al bando, risulta attivata una rateizzazione di pagamento delle utenze energetiche (gas metano e/o energia elettrica).

Per richiedere l’Isee corrente è necessario essere già in possesso di un’attestazione ISEE ordinario 2022 e aver subito una variazione della situazione reddituale o patrimoniale rispetto al 2020. Una quota di questo stanziamento (massimo 20%) è riservata ai casi segnalati dal Servizio Sociale comunale; pertanto, la collocazione in graduatoria non comporterà l’automatica erogazione del contributo, che sarà liquidato fino ad esaurimento fondi. Ulteriori dettagli qui

 

Articoli correlati