30, Giugno, 2022

Un nuovo manto di erba sintetica al Brilli Peri: la mozione dei consiglieri Nardi e Bucci al prossimo consiglio

Più lette

In Vetrina

Per giovedì mattina è convocato il consiglio comunale a Montevarchi: durante la seduta, il consigliere Nardi dei Democratici e Progressisti e Bucci di Prima Montevarchi presenteranno la proposta di realizzare un manto sintetico allo stadio “che permetterebbe un’utilizzazione intensa dell’impianto”

Giovedì mattina, in consiglio comunale a Montevarchi, i consiglieri Flavio Nardi e Luciano Bucci presenteranno una mozione per proporre la realizzazione di un nuovo manto di erba sintetica allo stadio Brilli Peri. Un’idea che nasce da una reale esigenza manifestata da molte famiglie, come spiegato da Nardi del gruppo Democratici e Progressisti .
 
“La realizzazione del campo di Levanella non andrà, infatti, a soddisfare le necessità di tanti giovani sportivi che amano questo sport. Senza contare che la creazione della cittadella dello sport presso la Chiantigiana, fra l’altro obiettivo condiviso, non potrà essere realizzata nel medio periodo. Un campo sintetico presso lo stadio permetterebbe sia un’utilizzazione intensa dell’impianto sia, poiché situato in una zona centrale della città, una facile fruizione da parte dei nostri ragazzi”.
 
Bucci di Prima Montevarchi ha sottolineato che lo stadio, se sarà realizzato il nuovo manto, garantirebbe l’organizzazione di eventi sportivi prestigiosi, per portare lustro alla città: “Credo che proprio in momenti come questi nei quali la comunità è attanagliata da una crisi che investe sia l’aspetto economico sia sociale, assume ancora maggiore valenza la costituzione di punti aggregativi per i giovani e le famiglie”.
 
“Entrambi siamo della convinzione che un’opposizione possa essere anche dura, ma sempre con lo spirito costruttivo e con lo scopo di migliorare la nostra città. Proprio con questo spirito auspichiamo che tale nostra idea venga accolta nel prossimo consiglio comunale rispondendo, così, ad un’esigenza di tanti nostri concittadini”, concludono nella nota Nardi e Bucci.
 
 

Articoli correlati