28, Gennaio, 2022

Sette le interpellanze presentate dalla lista Per un’altra San Giovanni

spot_img

Più lette

Nella seduta del 27 febbraio alle 9.00 la lista Per un’altra San Giovanni presenta, nella sezione dedicata al Question time, sette interpellanze

Sette le interpellanze presentate dal gruppo per un'altra San GIovanni nella sessione del consiglio comunale, dedicata al Question Time, che si terrà il 27 febbraio prossimo a partire dalle 9.00.

Nella prima interpellanza si chiederanno come e quanti accertamenti sono stati eseguiti
dall'amministrazione sulle dichiarazioni rese dagli aggiudicatari per l'assegnazione delle Case Popolari come previsto dal bando  2012 – 2013 nonchè se alcuni degli accertamenti hanno fatto emergere discrepanze con quanto dichiarato. Poi si parlerà in due interpellanze di piste ciclabili. Per quella della Badiola Lorenzo Martellini e Antonino Pia chiederanno alla giunta quando verrà completato il tratto dal sottopasso autostradale alla frazione di S.Maria, per quella tra Ponte alle Forche e Vacchereccia invece, “Per un'altra San Giovanni” chiederà i motivi dello stop dei lavori.

Si tornerà poi in consiglio comunale a parlare di ZTL ed in particolare dei segnalatori luminosi ai varchi di ingresso. "Infatti nella seduta del 24 settembre scorso il vicesindaco Bettoni aveva detto, rispondendo ad un'altra interpellanza della Lista Civica, che i "semafori" sarebbero stati installati entro dicembre dando al consiglio anche indicazioni su costi e tipologia degli apparecchi. Martellini e Pia chiederanno spiegazioni sul mancato rispetto dei tempi previsti dalla Giunta e quando finalmente saranno resi disponibili". 

In un’altra interpellanza si parlerà della sicurezza della SR 69 ed in particolare del punto ricadente sul ponte del torrente Vacchereccia. "In seguito ad un incidente stradale avvenuto circa 3 anni fa e già rilevato dalla Polizia Municipale, fu divelto la spalletta di ferro posta sullo stesso ponte". 

Infine due situazioni di degrado urbano rilevate dal gruppo della Lista Civica. "La prima riguardante via Vetri Vecchi ed in particolare la copertura dello stabile ex- Richard Ginori, la scarsa illuminazione, l’inesistente cura del verde pubblico. La seconda invece l’area in via Martiri della Libertà presso l’ex vetreria Corba, dismessa ormai da diversi anni, che si trova in condizioni di completo abbandono con presenza di numerosi rifiuti riconducibili di fatto ad una discarica abusiva".

Articoli correlati