25, Giugno, 2022

Serristori, cinque donazioni di cornee nel 2013. Hanno ridato la vista a dieci pazienti toscani

Più lette

In Vetrina

All’ospedale figlinese sono stati cinque gli espianti di cornee effettuati nel corso del 2013 nel reparto di Medicina diretto dal dottor Alberto Fortini. “Un risultato molto importante – ha commentato il dottor Alessandro Pacini, direttore della struttura donazioni e trapianti – che ha permesso di trapiantare ben 10 pazienti in lista di attesa in Toscana”

È un bilancio positivo quello relativo alla donazione delle cornee all'interno dell'ospedale Serristori. Nel corso del 2013, infatti, sono stati cinque gli espianti effettuati nel reparto di Medicina del presidio figlinese, diretto dal dottor Alberto Fortini. Un risultato raggiunto grazie alla sensibilità dei donatori e delle loro famiglie, e all'importante lavoro di informazione e sensibilizzazione svolto dal personale medico ed infermieristico.

A beneficiare delle cinque donazioni sono stati 10 pazienti toscani in lista di attesa, che hanno così potuto riacquistare la vista. "Un risultato molto importante – ha commentato il dottor Alessandro Pacini, direttore della struttura donazioni e trapianti – tenuto conto che tali donazioni hanno permesso di trapiantare ben 10 pazienti in lista di attesa in Toscana, affetti da patologie gravi che ne avevano precluso la visione".

"La donazione della cornea – ha spiegato il dottor Pacini – è un gesto molto importante che permette di ridare la vista a tanti pazienti in lista d’attesa, spesso di giovane età, affetti da malattie oculari gravi. Tutti i pazienti con un’età fino a 75 anni, deceduti in ospedale, esenti da malattie infettive anche se affetti da tumori solidi, possono essere possibili donatori". 

Articoli correlati