26, Giugno, 2022

Scontri diretti per le valdarnesi nella prima giornata di ritorno

Più lette

In Vetrina

Il Galli riceve Vaiano per guadagnare posizioni nella griglia playoff. Synergy contro l’Audax Carrara forte del +25 dell’andata. La Fides Montevarchi aspetta il Costone Siena

Subito tre scontri diretti alla prima di ritorno per le valdarnesi di Serie C: Galli e Fides provano a cancellare le sconfitte della gara di andata ricevendo tra le mura amiche rispettivamente Valbisenzio e Costone Siena, la Synergy aspetta l’Audax Carrara per prendere il largo sulla zona playout.

Il Galli Terranuova ha almeno tre buoni motivi per vincere: riscattare il -4 della gara di andata a Vaiano, dimenticare la sconfitta nel derby con la Synergy di domenica scorsa e aggiungere due punti fondamentali per restare nelle zone alte della classifica. Valbisenzio viene da un periodo negativo (cinque sconfitte nelle ultime sette giornate) che ha fatto perdere contatto con le posizioni nobili della classifica ai pratesi di coach Pieri che in Valdarno tenteranno l’aggancio sui biancorossi.Si gioca domani alle 21.15.

È grande l’entusiasmo in casa Synergy per la storica vittoria nel derby che ha aggiunto due punti pesantissimi alla classifica dei “draghi”, ora a quota 12. Gli stessi collezionati fin qui dal’Audax Carrara, squadra che ha in gran parte costruito il suo bottino tra le mura amiche ma che negli ultimi tempi ha preso confidenza anche con le vittorie esterne, due nelle ultime tre trasferte. All’andata finì con un netto +25 per la Synergy difficile da replicare. A Pescioli e i suoi basterebbe aggiungere altri due punti ad una classifica che in caso di vittoria si farebbe rassicurante. palla a due alle 18 di domenica.

Scontro salvezza anche per la Fides WebKorner, impegnata domani alle 21.15 in casa contro il Costone Siena. Il -28 dell’andata fa poco testo: il Costone dilagò nel finale contro una Fides di debuttanti che pure era riuscita a tener testa ai senesi per buona parte della gara. Da allora il Costone, atteso come una delle squadre protagoniste, ha reso meno di quanto ci si aspettasse, rimanendo a lungo invischiato in zona playout. Le quattro vittorie consecutive messe a segno a cavallo della sosta natalizia – prima della sconfitta dell’ultimo turno – hanno però rilanciato la truppa di coach Binella. Quella di oggi è invece una Fides profondamente diversa dal giorno dell’esordio, che nel frattempo ha assimilato le nuove gerarchie ed è cresciuta in fretta contro avversarie più esperte.

Articoli correlati