27, Giugno, 2022

SanGiovanniValdarno, Figline e Rignanese obbligate a vincere

Più lette

In Vetrina

SanGiovanniValdarno sul neutro di Scandicci contro il San Donato, Figline ad Anghiari, Bucinese a Foiano e Castelnuovese ad Albinia. In casa solo la Rignanese, opposta alla Sinalunghese

La sfida al “Turri” di Scandicci, campo neutro scelto per la partita fra SanGiovanniValdarno e San Donato dopo la squalifica del “Fedini”, sarà per le due squadre uno snodo importante della stagione: attualmente entrambe sono a cinque punti dalla capolista Castelnuovese e chi uscirà sconfitto sarebbe costretto a vedere complicarsi le sua speranze di potere lottare per la vittoria finale del campionato, a differenza dell'altro. Dando per scontato che il pareggio non serve a nessuna delle due, le attese sono tutte per una partita di alto spessore. Problemi in attacco per il mister azzurro Benedetti: con Lepre e Romanelli ai box per squalifica bisogna decidere chi affiancare a  Petriccione.

Partita di fondamentale importanza per il Figline, impegnato in un campo non facile come quello di Anghiari. I ragazzi di Bernini sono reduci da tre sconfitte di fila che li hanno fatti precipitare a soli tre punti dalla zona play-out e devono quindi, onde evitare guai più grossi, invertire subito la rotta anche se la squadra della Valtiberina, con solo un punto in più dei gialloblù, venderà cara la pelle per evitare a sua volta di finire troppo vicina ai bassifondi.

In campo per  riscattarsi e soprattutto vincere anche la Rignanese, la cui situazione in classifica obbliga a fare risultato. La Sinalunghese arriverà in Valdarno probabilmente con l'intenzione di uscire indenne, per tenere a debita distanza una concorrente diretta nella lotta per la permanenza in categoria. La squadra di Coppi non può permettersi passi falsi in casa, tanto meno con una delle dirette concorrenti alla salvezza e per questo dovrà dare fondo a tutte le sue energie per fare bottino pieno.

Trasferta non semplice per la Bucinese, impegnata in casa del Foiano. La squadra di Cocollini deve dimostrare di avere voltato pagina dopo la brutta prova interna, culminata con una sconfitta, di sette giorni fa con la Baldaccio. L'avversario non è dei più semplici, in quanto trattasi della squadra che attualmente ha i galloni di seconda forza del torneo, con ottime individualità e imbattuta dal 17 novembre. Per tornare a casa non a mani vuote servirà la migliore Bucinese, che pur partendo senza avere dalla sua i favori del pronostico ha le potenzialità per fare bene.

Il risultato della Bucinese interesserà molto alla Castelnuovese, che forte della sua prima posizione sarà di scena al “Combi” di Albinia per il più classico dei testacoda, nel quale la squadra di Rigucci è quella che ha più da perdere e deve quindi scendere in campo senza sottovalutare l'avversario, giocando con il piglio e la determinazione di sempre per vincere e confermarsi da sola al primo posto, anche perchè le squadre che vengono da dietro (Foiano a -2, Lanciotto e Sestese a meno quattro) non hanno la benché minima intenzione di mollare la presa.

Articoli correlati