30, Giugno, 2022

Sandro Donati e la sua denuncia allo “Sport del doping” in un doppio incontro a Montevarchi

Più lette

In Vetrina

L’ex allenatore della Nazionale di atletica leggera venne rimosso dall’incarico dopo aver smascherato la truffa dei Mondiali 1987. Da allora è capofila nella lotta alla frode sportiva e al doping. Giovedì alla Bartolea e venerdì al liceo Varchi incontrerà sportivi e studenti per una due giorni organizzata dall’amministrazione in colalborazione con Libera Valdarno

L’ossessione per la performance e per il risultato è il terreno fertile sul quale matura la piaga del doping nello sport, diffusa ormai ad ogni livello, dai professionisti agli amatori fino allo sport giovanile. Un tema del quale si discuterà a Montevarchi in un doppio incontro rivolto a dirigenti, istruttori e praticanti delle società sportive e agli studenti del liceo Varchi con uno dei massimi esperti italiani: Alessandro Donati, ex-allenatore della Nazionale di atletica leggera da anni capofila della lotta alle sostanze dopanti.

Per un decennio, dal 1977 al 1987, Sandro Donati ha guidato la Nazionale azzurra di atletica leggera. Incarico dal quale venne rimosso burrascosamente dopo la sua celebre denuncia al Mondiale di Roma del 1987, quando i giudici ritoccarono al rialzo la misura del salto dell’azzurro Giovanni Evangelisti per far salire l’idolo di casa sul podio. Da allora Donati ha avviato una personale battaglia contro la frode sportiva e il doping e oggi è consulente italiano della Wada, l’agenzia mondiale antidoping. È stato a capo del settore Ricerca e sperimentazione del Comitato olimpico italiano dal 1990 al 2006 e negli anni ha pubblicato diversi libri sul tema.

L’ultimo in ordine di tempo è “Lo sport del doping”, l’inchiesta che Donati presenterà nel doppio appuntamento montevarchino: giovedì alle 21 alla Bartolea, dove incontrerà dirigenti, accompagnatori, allenatori e istruttori dei settori giovanili delle società sportive del territorio e tutti gli sportivi che vorranno intervenire, venerdì mattina dalle 9 alle 13 al liceo Varchi con gli studenti delle classi quarte e quinte.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Montevarchi nell’ambito del progetto per la promozione dello sport per tutti in collaborazione con il coordinamento del Valdarno superiore di Libera.
 

Articoli correlati