16, Agosto, 2022

Inaugurata la nuova rotatoria di via Maestri del lavoro, opera da 300mila euro

Più lette

In Vetrina

Taglio del nastro a San Giovanni per la nuova rotatoria costruita all’incrocio tra la ex Strada regionale 69 e via Maestri del Lavoro, in zona Gruccia. Un’opera molto attesa, strategica per la viabilità comunale e di vallata che, oltre a mettere in sicurezza un incrocio pericoloso e fortemente transitato e fluidificare il traffico, ha permesso una riqualificazione dell’intera area, dove sono presenti abitazioni, attività commerciali, attività artigianali, locali e supermercati. Alla cerimonia erano presenti il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini, i componenti della giunta e l’ex assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità Vincenzo Ceccarelli, che era in carica quando la Regione Toscana inserì nel bilancio del 2020 il finanziamento di 250mila euro per la realizzazione della rotatoria.

L’investimento complessivo ammonta a 302mila euro. Oltre alla rotonda sono stati realizzati i marciapiedi, asfaltato il parcheggio pubblico di via Maestri del Lavoro, sono stati eseguiti interventi sul verde pubblico e creati due attraversamenti pedonali illuminati su entrambi i lati, una nuova isola ecologica e consolidato il sottofondo stradale nell’area di via Maestri del Lavoro: opere che hanno comportato una variante, per la quale il cantiere si era fermato lo scorso autunno per poi riprendere con le nuove tempistiche.  Per la parte centrale della rotatoria, sono stati utilizzati ciottoli che richiamano il forte legame con il fiume Arno e mattoni per ricordare la presenza storica delle fornaci a San Giovanni.

“Oggi è una giornata importante per la nostra città – ha dichiarato Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno – Inauguriamo un’infrastruttura strategica per la viabilità comunale e di vallata, una rotatoria attesa da molti anni nella nostra comunità per la fluidificazione e la messa in sicurezza del traffico veicolare e della ciclopedonalità nell’intersezione tra la Sr69 e via Maestri del Lavoro. L’intervento e la riqualificazione complessiva di questa area, comprensiva anche di marciapiedi, isole spartitraffico, attraversamenti pedonali illuminati, interventi sul verde pubblico, eseguiti con accuratezza dalle ditte che si sono aggiudicate i lavori, hanno determinato una valorizzazione della zona nel suo complesso, comprese le attività commerciali, artigianali e produttive. Tra l’altro a questo intervento seguirà l’asfaltatura di tutto il tratto della Sr69 dal confine urbano fino alla rotatoria di Ponte Ipazia che sarà eseguita nel corso di quest’anno, già finanziata nel bilancio comunale 2022, a completamento della riqualificazione dell’area e della messa in sicurezza della circolazione”.

“La rotatoria che inauguriamo oggi – ha ricordato Vadi – è stata resa possibile grazie ad un importante contributo della Regione Toscana e dell’allora assessore regionale alla viabilità, Vincenzo Ceccarelli, che destinò all’opera 250mila euro di risorse per la sicurezza stradale nel bilancio regionale 2020. Pertanto ringrazio di cuore la Regione Toscana che ha, di fatto, reso possibile questi lavori; l’assessore ai lavori pubblici e alla viabilità Francesco Pellegrini; l’ufficio tecnico del Comune, il dirigente dell’area tecnica, architetto Paolo Pinarelli e l’ingegnere Lucia Ermini che ha seguito l’intervento in prima persona; gli uffici comunali che, a vario titolo, hanno dato il proprio contributo. Ringrazio l’ingegnere Andrea Sorbi, progettista e direzione dei lavori, la ditta che si è aggiudicata l’appalto della rotatoria, Acme e Agrimen per i lavori sul verde pubblico. Si tratta di un importante obiettivo del programma elettorale che è stato raggiunto e portato a compimento; questo è per noi motivo di soddisfazione”, ha concluso il sindaco.

“Finalmente – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini – si è conclusa un’opera attesa e richiesta da molti anni dagli abitanti e dalle attività commerciali di questo quartiere; la nuova rotatoria risolve il problema dell’immissione da via Maestri del Lavoro sulla strada regionale, garantendo un migliore scorrimento dei veicoli e una minore velocità al momento di impegnare l’incrocio. L’opera si inserisce in un quadro più ampio di interventi che stiamo portando avanti sul territorio comunale per rendere la viabilità più adeguata e funzionale alle esigenze della collettività”.

“L’inaugurazione di una rotatoria – commenta Vincenzo Ceccarelli – è uno dei momenti di maggiore soddisfazione per chi ricopre una carica di amministratore pubblico. Questa è una delle tante opere che la Regione Toscana ha finanziato o cofinanziato in Valdarno per migliorare la viabilità. Con la realizzazione di un’infrastruttura di questo tipo si dà al cittadino l’idea e la concretezza di fare qualcosa che serve per migliorare la vita della comunità, in questo caso per far scorrere meglio il traffico e garantire una maggiore sicurezza stradale. I miei complimenti oggi vanno all’amministrazione, ai tecnici, ai progettisti, alle ditte che hanno realizzato i lavori perché, vendendola funzionante, è una rotatoria di importanza strategica per la zona”.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati