16, Gennaio, 2022

‘Salvare il Serristori’ partecipa alle elezioni amministrative. Mugnai:”Vorrei una persona giovane come candidato”

spot_img

Più lette

La lista parteciperà alle elezioni amministrative del 25 maggio ma Clara Mugnai, capogruppo e leader storica della formazione politica, annuncia di non candidarsi come sindaco. “Dopo tanti anni credo di aver meritato un po’ di riposo. Io farò di tutto affinché si possa individuare una figura giovane, energica e motivata”

La lista 'Salvare il Serristori' parteciperà alle prossime elezioni amministrative del Comune unico Figline Incisa Valdarno. Ma la sua leader storica Clara Mugnai annuncia di non candidarsi a sindaco e di preferire una persona giovane e dinamica.

L’annuncio arriva dalla stessa capogruppo e leader storica della più longeva formazione politica del consiglio comunale di Figline Valdarno.

“Adesso più che in passato c’è bisogno del nostro impegno per difendere l’ospedale di Figline – afferma Clara Mugnai – Sappiamo tutti che il rischio maggiore per il Serristori arriverà dopo che le urne saranno chiuse. Perché fino al momento del voto tutti faranno finta di difendere l’ospedale per non perdere voti. Però, appena si concluderanno le elezioni, da Firenze ripartirà l’offensiva contro il Serristori. E a quel punto solo i rappresentanti di ‘Salvare il Serristori’ potranno opporsi allo scempio del nostro ospedale”

“Finora, proprio grazie all’impegno politico della nostra lista e all’azione di sensibilizzazione svolta dal Comitato per la salvaguardia dell’Ospedale – spiega Clara Mugnai –  siamo riusciti, per il momento, a far mantenere all’ ospedale di Figline le caratteristiche per acuti, nonostante la riforma del sistema sanitario regionale che ha portato al ridimensionamento di 19 piccoli ospedali toscani. Ma la battaglia per il Serristori continua e solo grazie ai voti dei cittadini potremo opporci al disegno di smantellamento progressivo del nostro ospedale”

Poi Clara Mugnai annuncia di non volersi candidare alla carica di sindaco.

“Di sicuro io sarò impegnata in prima linea a difesa dell’ospedale e quindi darò il mio contributo nella prossima campagna elettorale, come del resto ho fatto nelle ultime tre legislature – spiega la stessa Mugnai – Ho chiesto però di essere sostituita nella candidatura a sindaco. Dopo tanti anni credo di aver meritato un po’ di riposo. Io farò di tutto affinché si possa individuare una figura giovane, energica e motivata in grado di continuare in questa importante battaglia che ha impegnato tanti anni della mia vita”.

Articoli correlati