25, Giugno, 2022

Rotatoria al casello autostradale, il sindaco Benucci: “C’è una soluzione”. L’idea è quella di accorpare l’opera al lotto 1 della variante

Più lette

In Vetrina

Ormai da anni i cittadini di Incisa e di Reggello chiedono con insistenza la realizzazione di una rotonda al casello autostradale di Incisa-Reggello. Nonostante Autostrade si sia impegnata a finanziare parte dell’opera l’iter è rimasto bloccato. Il sindaco di Reggello: “Ancora da decidere la quota di partecipazione da parte di Comune, Provincia e Regione. L’idea è quella di accorpare la rotonda al lotto 1 della variante alla Sr 69”. Intanto Andrea Calò presenta un’interrogazione in Provincia: “Come può Palazzo Medici Riccardi prendere impegni attendibili visto che l’ente verrà soppresso?”

Ormai da anni i cittadini chiedono la realizzazione di una rotonda al casello autostradale Incisa Reggello. Del resto nel tratto si registrano frequenti code e anche incidenti.

La situazione però, nonostante gli impegni della Provincia e degli enti locali, è rimasta bloccata per mesi. Secondo il sindaco Cristiano Benucci però adesso la vicenda è in via di risoluzione: "Il costo previsto è di circa 360mila euro che serviranno per adeguare tutta l'area e ovviamente per realizzare la rotatoria. Società Autostrade finanzierà l'opera con 250mila euro, la parte mancante dovrà essere sostenuta dagli enti locali. Per questo è necessario stabilire le quote di compartecipazione":

L'idea che sta prendendo campo però è anche un'altra: "Accorpare i lavori della rotatoria a quelli del lotto 1 della Variante Casello-Casello, che presto andrà a gara. Stiamo parlando del resto di due zone limitrofe. In questo modo si limiteranno anche i disagi per gli automobilisti" sottolinea il primo cittadino reggellese. I tempi dell'iter burocratico sarebbero così più veloci del previsto.

Ma, proprio sulla vicenda della variante, Andrea Calò, di Rifondazione, mostra scetticismo e presenta un'interrogazione in Provincia: "Apprendiamo dal Sindaco del Comune di Reggello che recentemente si è tenuto l’ennesimo summit tra le istituzioni coinvolte nella realizzazione della variante alla SR 69 Casello-Casello parte reggellese, al quale ha partecipato anche la Provincia di Firenze. Il tavolo interistituzionale sembra che abbia rimesso in moto le procedure per l’avvio dei lavori. Siamo davvero sicuri che nell'incontro tra Regione Toscana, Provincia di Firenze e Comune di Reggello in merito al superamento dell'impasse per l'avvio dei lavori per la variante alla strada regionale 69 in riva destra sia stato risolutivo?".

Rifondazione “chiede di sapere quali garanzie può offrire la Provincia di Firenze a capo delle procedure di gara, dal momento che è prevista la soppressione dell’Ente entro la metà del 2014 anche in virtù del fatto che fino ad oggi si è dimostrata inaffidabile sulla gestione della delicata materia delle infrastrutture".
 

Articoli correlati