28, Gennaio, 2022

Rissa nel centro storico: l’amministrazione e la segreteria del Pd intervengono e precisano

spot_img

Più lette

“L’amministrazione comunale collaborando, per quanto di sua competenza, con le Forze dell’Ordine si adopera per tutelare il rispetto dell’ordine pubblico, rammaricandosi che qualsiasi episodio venga strumentalizzato per opportunità politica”, fanno sapere dal comune. Il Pd:” La neonata vecchia lista locale ha speculato su un fatto grave di violenza accaduto dopo la chiusura dei locali, lontano da questi per cercare visibilità ed aprire su questi fatti, in modo ignobile, la propria campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative”

Sui fatti accaduti nella notte tra sabato e domenica intervengono e precisano l'amministrazione comunale e la segreteria del Pd di Terranuova. Entrambe puntano l'indice sul comunicato della lista civica.

Sulla rissa, dunque, l'amministrazione chiarisce:

"L’episodio è avvenuto intorno alle ore 3.30 quando i locali erano ormai chiusi come previsto dal regolamento inserito nel progetto Farenight. Il soccorso tempestivo da parte dei gestori, che stavano riordinando il loro locale, ha consentito che lo scontro non degenerasse oltre quanto già accaduto. L’amministrazione comunale collaborando, per quanto di sua competenza, con le Forze dell’Ordine si adopera per tutelare il rispetto dell’ordine pubblico, rammaricandosi che qualsiasi episodio venga strumentalizzato per opportunità politica".

Poi l'intervento della segreteria del partito democratico che, in maniera particolare, attacca la lista civica Terranuova in comune.

"Con un comunicato che riteniamo strumentale e che mette in evidenza quanto la politica strillata voglia coprire la realtà questa neonata vecchia lista locale ha speculato su un fatto grave di violenza accaduto dopo la chiusura dei locali, lontano da questi per cercare visibilità ed aprire su questi fatti, in modo ignobile, la propria campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative".

"Il Pd di Terranuova non ha mai taciuto sulla “movida terranuovese” ha invece proposto soluzioni che vanno verso l’esigenza di un rispetto dell’ordine pubblico e la necessità di dare anche risposte alle abitudini nuove dei giovani. Non si può fare populismo su questi argomenti come capita molto spesso al “nuovo vecchio della politica nostrana” senza formulare proposte concrete ed utilizzare questi avvenimenti per darsi un ruolo politico in modo abbastanza squallido. Noi condanniamo decisamente la violenza ma anche chi la strumentalizza. Quella violenza che si annida ormai dietro ogni evento pubblico sia che venga fatto di giorno che di notte e che nulla c’entra con chi vuole aggregare i giovani qui nella nostra città".

"L’amministrazione comunale, con la regolamentazione degli orari ed il progetto Farenight, ha investito su questa problematica cercando di risolvere il disagio e se ancora ci sono da fare migliorie ben vengano, tutto è migliorabile, infatti sono allo studio altre soluzioni per i cittadini che devono avere la giusta considerazione e devono essere ascoltati per risolvere i loro problemi e per l’ordine pubblico in generale. Riteniamo anche che la salvaguardia dell’ordine pubblico nella nostra vallata e nel nostro comune in particolare nelle ore notturne sia una problematica che dovrà assolutamente essere all’ordine del giorno del prossimo futuro".

"Suggeriamo ai vecchi politici locali ora nella 'nuova lista civica' di farci conoscere quale programma amministrativo hanno per la nostra città, speriamo che il primo punto non sia quello di 'mandarci a letto presto' visto l’aria che tira"

"Nel comunicato vengono anche espressi giudizi sull’attuale assessore e futuro candidato a sindaco del Centrosinistra Sergio Chienni, vi vogliamo ricordare che la legittimazione avuta è frutto di primarie che hanno visto la partecipazione di 2004 elettori dei quali 1080 hanno espresso la loro preferenza per lui. Siamo ansiosi di vedere anche dalla vostra 'nuova vecchia' lista civica mettere in campo questa forma di democrazia e di legittimazione popolare".

 

Articoli correlati