19, Agosto, 2022

Questione Ginestra, interviene il Pd: “Soddisfazione per il progetto, ma dispiaciuti per le manifestazioni di protesta”

Più lette

In Vetrina

Sul progetto del nuovo centro culturale della Ginestra interviene la segreteria dell’unione comunale Pd di Montevarchi: “Un’opera migliorata, esito positivo anche dai controlli del Genio Civile. Ma dispiace vedere alcuni consiglieri criticare un’opera espressamente approvata dagli elettori”

“In merito alla conclusione dei lavori relativi al centro Culturale della Ginestra e alla sua inaugurazione, il Partito Democratico di Montevarchi rileva con soddisfazione che tutte le procedure sono state espletate e che hanno avuto esito positivo anche i controlli del Genio Civile”. Con queste parole, la segreteria comunale di Montevarchi torna ad affrontare la questione del nuovo polo culturale del paese, dopo la riunione di oggi con giunta, sindaco, gruppo consiliare e alla presenza del segretario Luca Agnolucci.
 
“Su sollecitazione di componenti del gruppo del Partito Democratico e di semplici iscritti, l’amministrazione ha effettuato anche interventi di miglioramento e integrazione, in particolare l’abbattimento delle barriere architettoniche di cui al progetto, e un consistente aumento del contenimento librario”, prosegue il comunicato.
 
Un’opera definita fortemente migliorata e pronta per soddisfare le esigenze culturali: dalla lettura alla musica, dal cinema al teatro e quant’altro alla base del progetto, “con grande ampliamento di spazi e servizi innovativi. Il Partito Democratico plaude a tale realizzazione che era nel programma di governo, concordato ed approvato per la campagna elettorale del 2011”.
 
Le osservazioni del Pd si concentrano anche sulla protesta di sabato pomeriggio organizzata per non festeggiare la chiusura della vecchia sede della biblioteca comunale. La segreteria di Montevarchi si dichiara dispiaciuta nel “vedere consiglieri di maggioranza, come Magini Gianluca, che hanno sottoscritto e firmato il programma presentato alle elezioni, andare ad unirsi con l’opposizione e criticare un’opera espressamente approvata dagli elettori”.
 
Una critica anche all’altro consigliere presente, il capogruppo dei Democratici e Progressisti Camiciottoli Fabio, “il cui partito, nella precedente consiliatura, con il proprio gruppo ha non solo programmato, ma anche votato a favore del Centro Culturale della Ginestra. E ora “ostenta” manifestazioni di protesta contro un progetto votato dai “socialisti” quando erano in maggioranza”.
 
Infine, le precisazioni sul progetto della Ginestra: “Il Partito Democratico vuole ulteriormente precisare che il progetto del Centro Culturale della Ginestra è un intervento fondamentale di questa amministrazione e che tale opera, e la sua futura gestione, dovrà essere progetto portante anche per programmi ed eventuali alleanze del futuro governo della città”.
 

Articoli correlati