07, Dicembre, 2021

Primarie di coalizione: Lorenzo Puopolo appoggia il candidato Chienni

spot_img

Più lette

Il consigliere provinciale di area socialista Lorenzo Puopolo appoggia la candidatura di Sergio Chienni alle primarie di coalizione del centrosinistra che si terranno il 26 gennaio

"Nella primavera del  2014 Terranuova sarà chiamata a eleggere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale. Sarà importante per il futuro della città scegliere bene. Occorrono trasparenza amministrativa e idee chiare, efficienza operativa e efficacia di governo.
Il centrosinistra ha deciso di affidare ai cittadini, attraverso primarie aperte, la scelta del proprio candidato. Una decisione quanto mai opportuna per combattere la sfiducia e il disimpegno, per rilanciare la partecipazione della comunità alla vita delle proprie istituzioni". Con queste parole Lorenzo Puopolo, consigliere provinciale socialista, annuncia il proprio appoggio a Sergio Chienni, candidato Pd nelle primarie di coalizione del centrosinistra a Terranuova che si terranno il 26 gennaio.

"Ritengo opportuno, oggi,  proporre  il rinnovamento della politica cittadina. Un rinnovamento anche generazionale, affiancato da competenza e entusiasmo, che possa dare a Terranuova quel governo utile a consolidarne il ruolo nel Valdarno, a garantire sviluppo, lavoro e servizi.
Molti, nelle ultime settimane e mesi, mi hanno chiesto un impegno diretto nelle primarie. Credo che, in questi momenti occorra ragionare al di là del proprio destino individuale e in funzione di una prospettiva generale per il bene della collettività".

"Ed è per questo, per il raggiungimento degli obbiettivi sopra ricordati, che, ringraziando quanti  hanno creduto potessi essere una possibilità per la città,  ho ritenuto di indicare in Sergio Chienni la migliore candidatura del centrosinistra. Meglio di tutti Sergio rappresenta quella necessità di rinnovamento accompagnata da idee e competenze. Quella volontà di rendere forte l’amministrazione e la città. Di creare una squadra compatta nella quale le differenze e le diverse sensibilità sono considerate un valore e non un ostacolo o un problema".

Articoli correlati