27, Giugno, 2022

Presentato il progetto di ampliamento del liceo di Montevarchi: un piano moderno ed ecocompatibile in attesa dei finanziamenti

Più lette

In Vetrina

Presentato il progetto della Provincia d’Arezzo per ampliare la sede dell’istituto “Isis Varchi” a Montevarchi: 10 nuove aule, una struttura collegata a quella già presente, un progetto ambizioso d’investimento sull’edilizia scolastica, in attesa di sbloccare i finanziamenti per far partire i lavori

L’assessore provinciale Francesco Ruscelli ha presentato il progetto di ampliamento dell’istituto “Isis Varchi” di Montevarchi: una nuova ala, collegata alla struttura già presente, che sarà realizzata nel cortile antistante la sede attuale del liceo. Ovvero 1300 metri quadrati con dieci nuove aule e uffici per il personale, per un investimento stimato a 2 milioni e 100 mila euro.
 
“Un progetto ambizioso, moderno, ecocompatibile, a risparmio energetico per ampliare quello che è diventato un importante polo scolastico di riferimento per tutto il Valdarno” – ha dichiarato Ruscelli – “Con il progetto pronto, c’è solo l’incertezza sui tempi di realizzazione, a causa dei finanziamenti: o saranno sbloccati nuovi fondi per l’edilizia scolastica a livello nazionale, oppure speriamo nello sblocco almeno in parte del patto di stabilità. Investire nell'edilizia scolastica è un bene per il futuro della comunità”.
 
Un commento positivo è arrivato anche dal sindaco Francesco Maria Grasso e dal dirigente scolastico Nedo Migliorini, che si sono espressi positivamente sul progetto, sperando anche in una veloce messa in pratica dell’opera, che prevede anche la presenza di un giardino sul tetto del nuovo edificio. “Un progetto importante e interessante vista anche l’aumento dell’offerta formativa con il nuovo indirizzo sportivo”, ha commentato il primo cittadino.
 
Alla presentazione hanno partecipato anche due rappresentanti d’istituto degli studenti, Matteo Tarchi e Matilde Colucci, che hanno chiesto ai rappresentanti di Provincia e comune anche di intervenire al più presto sull’istituto professionale Magiotti, oggetto di due furti in due settimane. “Provincia, comune e la scuola sono d’accordo per installare l’impianto di allarme con un finanziamento condiviso per evitare nuovi episodi”.
 
Inoltre, è stata presentata la proposta degli studenti per migliorare una porzione di muro esterno nella parte posteriore dell’edificio scolastico: un murales artistico e colorato disegnato da Lorenzo Ermini e approvato dai rappresentati delle istituzioni presenti all’incontro.
 

Articoli correlati