28, Giugno, 2022

Nuova rampa della stazione, ritardi e polemiche: rimosse le barriere del cantiere. L’opera viene già utilizzata nonostante i lavori non siano conclusi

Più lette

In Vetrina

Regna il mistero sulla nuova rampa di accesso al binario 4 della stazione di Figline. I lavori, praticamente conclusi, sono fermi da mesi. L’opera, realizzata da Rfi, doveva essere conclusa a fine 2012. E qualcuno ha rimosso le barriere per utilizzare l’opera. A sollevare il caso Valentina Trambusti. Il sindaco intanto ha scritto una lettera a Rfi. E anche il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima va all’attacco: “Ormai da mesi non si hanno notizie dell’opera, è incomprensibile il modo in cui lavora Rfi”.

Regna il mistero sulla nuova rampa di accesso al binario 4 della stazione di Figline. I lavori sono praticamente conclusi, e fermi ormai da mesi tanto che l'opera ancora non è stata inaugurata.

Nel luglio del 2012 il Comune annunciò: "Tra le opere in corso c’è anche la realizzazione di due rampe di accesso alla stazione FS, che andranno a sostituire l’attuale ingresso da piazza Caduti di Pian d’Albero (lato binario 4); sempre su questo versante si è inoltre pensato di realizzare una scalinata all’altezza dell’Isis Vasari, in modo da facilitare l’accesso sui binari agli studenti della scuola".

"Terminata questa prima fase entro la fine del 2012 – sottolineava il Comune – si passerà al secondo step, ovvero la predisposizione di due ascensori. Le spese dei lavori saranno tutte a carico di Rfi, eccetto la manodopera e la manutenzione riguardo ai due elevatori oggetto della seconda parte dell’intervento".

Ad oltre un anno di distanza del termine previsto per l'ultimazione dei lavori, la rampa ancora non è stata inaugurata. E qualche pendolare stanco di non poterla utilizzare ha rimosso le barriere e adesso in molti vi transitano anche se i lavori non sono ufficialmente conclusi.

Valentina Trambusti, del Nuovo Centro Destra, ha presentato un'interrogazione che è stata discussa nell'ultimo consiglio comunale di Figline, a dicembre, prima del commissariamento. L'esponente di Ncd chiedeva l'installazione di illuminazione al binario 4 e alla Giunta di attivarsi per risolvere i problemi legati alla rampa: “Sono state leggermente aperte le reti metalliche con la conseguenza che alcuni pendolari, compresi gli studenti, stanno utilizzando tale passaggio che si è creato, con il rischio di infortuni nell’attraversamento”.

“L'interrogazione è nata da alcune segnalazioni che mi sono pervenute – sottolinea Trambusti – Nocentini ha risposto dicendo che ha inviato una lettera a Rfi dove indicava le mancanze evidenziate nell'interrogazione, specificando però che non era materia di competenza comunale. Personalmente ribadisco che sono innumerevoli i disagi che ogni volta i pendolari, me compresa, devono subire. Disagi che creano una stanchezza oltre che fisica, anche psicologica”.

E anche Maurizio Da Re, portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima, alza la voce: "E' incomprensibile come abbia lavorato Rfi. Sono mesi che i cantieri delle uscite sono di fatto conclusi e lasciati nel piu' totale abbandono con reti e transenne che vengono spesso spostati, permettendo il passaggio pedonale in modo insicuro. L'amministrazione comunale di Figline si era impegnata a seguire e a sollecitare la messa in sicurezza e l'apertura delle uscite da parte di Rfi, ma dopo le dimissioni dell'assessore Raspini non si è saputo più nulla. Eppure ci vorrebbe così poco a inaugurare piccole opere come questa". Ma intanto sulla fine dei lavori regna il più assoluto mistero.

Articoli correlati