14, Agosto, 2022

Mercato settimanale, avviato il confronto tra commercianti e ambulanti. L’assessore Nocentini: “Cerchiamo una soluzione condivisa”

Più lette

In Vetrina

Ambulanti del mercato settimanale e commercianti del centro storico a confronto, ieri, nel Palazzo del Podestà di Montevarchi sulla questione della dislocazione del mercato: un confronto a cui hanno partecipato anche il sindaco Silvia Chiassai Martini, il vicesindaco Cristina Bucciarelli e l’assessore Sandra Nocentini con delega al centro storico e promozione del territorio.

Un confronto che è iniziato in maniera costruttiva, anche se le due delegazioni interessate partivano da posizioni anche molto distanti: da una parte gli ambulanti, convinti che l’attuale localizzazione in piazza della Repubblica sia quella ideale per svolgere in sicurezza e con gli spazi adeguati il mercato del giovedì mattina; dall’altra i commercianti del centro, che considerano il mercato una delle iniziative chiave per la vita della mandorla storica della città, che tra l’altro è storicamente la sede del mercato settimanale.

L’obiettivo però è di arrivare ad una sintesi, una soluzione condivisa che possa consentire a tutti di lavorare al meglio, tenendo sempre presente che il mercato settimanale è prima di tutto un servizio ai cittadini, come ha ricordato l’assessore Sandra Nocentini. “Abbiamo ascoltato le istanze del mondo economico direttamente interessato alla collocazione del mercato settimanale, sia per un ritorno nel centro storico o un mantenimento nell’attuale sede di piazza della Repubblica. Ma, come abbiamo anche ribadito più volte a tutti gli operatori presenti, il mercato rappresenta soprattutto un interesse generale e un servizio offerto alla cittadinanza. L’incontro è stato molto partecipato, le parti si sono confrontate in maniera chiara e costruttiva, portando ognuno le proprie esigenze con l’obiettivo unanime di continuare a lavorare al meglio in un momento di difficoltà per il commercio”.

“Come Amministrazione – ha aggiunto l’assessore – abbiamo ritenuto opportuno approfondire queste richieste, per arrivare a una scelta definitiva che possa essere la più condivisa possibile e nel più breve tempo possibile, avendo fatto puntualmente ogni sforzo per agevolare la ripartenza di attività e imprese dopo i momenti più bui della pandemia e trasformando negli anni il centro storico nell’area in cui sono stati investiti 700mila euro per la sua riqualificazione e nel punto focale dell’organizzazione di manifestazioni e grandi eventi. Abbiamo dato mandato alle Associazioni di categoria di trovare una sintesi e di elaborare una proposta o una serie di proposte che mettano d’accordo sia i commercianti che gli ambulanti da sottoporre all’Amministrazione comunale”.

La sensazione è che questa soluzione condivisa si possa trovare, anche se ci sarà comunque da lavorare perché sia una proposta soddisfacente per tutti. Altrimenti, l’Amministrazione non esclude che per arrivare ad una decisione finale si possano coinvolgere anche i cittadini: “Laddove non si arrivasse ad una soluzione condivisa – conclude Nocentini – l’Amministrazione si rivolgerà direttamente alla partecipazione popolare chiedendo ai montevarchini di esprimere una preferenza sulla localizzazione del mercato settimanale, convinti che il mercato appartenga alla città e sia patrimonio della comunità”.

 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati