30, Giugno, 2022

Custodi delle Terre Alte: il riconoscimento meritato dall’azidenda agricola montana Il Bosco Magico

Più lette

In Vetrina

L’azienda Agricola montana “Il Bosco Magico” del Pratomagno ha ottenuto il riconoscimento di “Custodi delle Terre Alte” da parte del Comitato scientifico centrale del Club Alpino Italiano. I Custodi del Pratomagno, Lara e Claudio, verranno premiati con una targa che verrà consegnata durante la Festa dei Mestieri Antichi presso il Bosco Magico, che resterà aperto dalle 11.00 alle 19.00 di Domenica 12 giugno.

Il bando “Custodi delle Terre alte” si è rivolto alle Sezioni del Cai, invitandole a segnalare le storie di persone che hanno significativamente contribuito al mantenimento e alla diffusione dei valori, della memoria storica, di tradizioni e saperi legati alle montagne, spesso in frangenti e contesti difficili. Sono così arrivate candidature di artigiani che conservano e tramandano i segreti di lavorazioni antiche, rifugisti storici, conoscitori di tradizioni, ambienti e risorse montane. La Sezione Valdarno Superiore del CAI ha segnalato i soci  Lara e Claudio come profondi conoscitori delle tradizioni locali e delle risorse montane, impegnati nella loro conservazione e nel loro recupero.

I giovani agricoltori valdarnesi Lara Lapi e Claudio Salciccia del Bosco Magico, sono tra le cinque realtà che, in tutta Italia, hanno ottenuto il riconoscimento di “Custodi delle Terre Alte”. Claudio e Lara, con il loro progetto di agricoltura di montagna, sono stati selezionati tra le innumerevoli candidature inviate per la prima edizione del bando del Gruppo Terre Alte del Comitato scientifico centrale del Club Alpino Italiano, e le loro storie saranno pubblicate nell’albo dei “Custodi delle Terre Alte” sul sito del CAI.

Articoli correlati