27, Giugno, 2022

La Bucinese si piega a De Gori, vince la Sangio 4-1

Più lette

In Vetrina

Primo tempo ricco di occasioni ma chiuso senza reti. Vantaggio azzurro in avvio di ripresa con Lepre, Pavani risponde subito e ripristina la parità. Poi il bomber azzurro la decide con due calci piazzati: punizione dal limite e rigore nel sacco. Di Caldarelli il gol del 4-1 definitivo e fin troppo severo per gli ospiti che ora sono in crisi. Marzocco di nuovo a ridosso della zona playoff

Il SanGiovanniValdarno supera 4-1 la Bucinese e ritrova la vittoria dopo due turni di digiuno, la prima in casa dal 10 novembre scorso. Un primo tempo pieno di occasioni sui due fronti ma senza gol. Vantaggio azzurro in avvio di ripresa, replica immediata della Bucinese, poi, a riprova che il calcio è fatto soprattutto di episodi, due reti di De Gori da calcio piazzato nel giro di quattro minuti. Nel finale il colpo del k.o. di Caldarelli. Risultato fin troppo punitivo per una Bucinese che, come già successo spesso in stagione, gioca bene ma non raccoglie punti ed incappa anzi nella quarta sconfitta consecutiva. Ora per gli arancio-verdi è crisi profonda.

Primo tempo vibrante inaugurato dalla coreografia degli Ultras sangiovannesi che festeggiano il 40° anniversario della fondazione. Subito tante occasioni: De Gori viene anticipato in extremis al 5’ da ottima posizione in area, la Bucinese risponde con un cross teso e insidioso di Mecocci che taglia l’area e quindi con un sinistro di Donadi da poco oltre il limite respinto in corner da Muscas. Al quarto d’ora De Gori raccoglie un traversone dalla destra e di testa spedisce sulla traversa, la terza delle ultime tre domeniche. Avrà modo di riscattarsi nella ripresa. Sul lato opposto, Pavani ci prova al 25’ con una conclusione sul primo palo da posizione defilata che viene respinta dal portiere, poi al 28’ si divora una clamorosa occasione quando Taglialatela lo mette solo davanti al portiere in contropiede. Al 44’ De Gori ci prova dalla distanza, D’Ambrosio respinge m gli azzurri protestano per il probabile tocco di mano in area di Prosperi. Taglialatela in pieno recupero calcia sull’esterno della rete.

Si riparte e la Sangio trova il vantaggio: angolo battuto al 3’, Morelli spizzica all’indietro di testa e smarca sul secondo palo Lepre che si coordina e insacca con una spettacolare rovesciata. La Bucinese reagisce subito e all’8’ trova il pari con Pavani che colpisce di testa insaccando un traversone proveniente dalla destra per l’1-1. I ritmi, fin lì forsennati, cominciano a calare. Ancora Pavani al 26’ trova il gol in contropiede, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Poteva valere il vantaggio ospite, si mette invece in discesa per i padroni di casa. Al 28’ Simone stende Lepre al limite e rimedia il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. De Gori si incarica della punizione dalla lunetta dell’area, traiettoria perfetta a scavalcare la barriera e palla in rete. Tre minuti più tardi lo stesso De Gori è lanciato verso l’area avversaria, uscita avventata dell’estremo difensore D’Ambrosio che travolge l’attaccante azzurro. È rigore, ancora De Gori dal dischetto non sbaglia e porta i suoi sul 3-1 al 35’ chiudendo di fatto l’incontro. A due minuti dalla fine arriva anche il rosso diretto per Sanseverino e la Bucinese resta in dieci, al 90’ Caldarelli insacca un calcio di punizione battuto a pochi passi dalla bandierina per il definitivo 4-1.

La Sangio si riporta a ridosso della zona playoff e torna a -5 dalla coppia di testa. Per la Bucinese, sei sconfitte nelle ultime sette e tre soli punti raccolti nel girone di ritorno, il primo posto di inizio dicembre è solo un lontano ricordo: adesso gli arancio-verdi sono nel bel mezzo della corsa ad evitare i playout.
 

Articoli correlati