26, Giugno, 2022

L’Aquila vince e torna in testa da sola

Più lette

Tutto facile a Rassina, finisce 3-0 con la doppietta di Renzi – il migliore dei rossoblù dopo la sosta – e il nono gol stagionale di Mori. L’Ambra intanto pareggia e il Montevarchi sale a +2. Attesa alle stelle per il big match di domenica prossima

È una bella giornata per l’Aquila Montevarchi che supera 3-0 il Rassina e ritrova il comando solitario della classifica dopo 14 giornate. In Casentino decidono la doppietta di Renzi e il gol di Mori, trascinatori dei rossoblù nelle prime due gare del 2014 con tre reti a testa.

Il Montevarchi scende in campo con il lutto al braccio per commemorare la scomparsa di Aldo Scaramucci, l’ex-calciatore montevarchino della Fiorentina campione d’Italia nel 1956 e finalista nella Coppa dei Campioni 1957 che proprio nell’Aquila aveva iniziato la sua gloriosa carriera. È buono l’approccio alla gara da parte dei montevarchini ma il Rassina dopo un avvio timoroso non si nasconde e inizia ad affrontare a viso aperto la blasonata avversaria. Le cose si mettono presto male per i padroni di casa che dopo poco più di 20 minuti restano in dieci uomini a causa di una doppia ammonizione fin troppo fiscale sanzionata dall’arbitro nell’arco di pochi giri di lancetta. L’Aquila non si fa pregare e approfitta subito della superiorità numerica. Al 32’ Mori lancia lungo, Cuccoli tocca per Renzi che non sbaglia e porta in vantaggio i montevarchini.

Nella ripresa c’è solo il Montevarchi. Al 10’ sugli sviluppi di un calcio di punizione Cuccoli sbaglia incredibilmente a un metro dalla porta rimasta indifesa ma Renzi è il più rapido ad avventarsi sul pallone e insacca di testa firmando una doppietta che sigilla il gran momento del trequartista aquilotto, di gran lunga il migliore dei suoi dopo la pausa natalizia. Al 40’ c’è gloria anche per Mori che lanciato in contropiede dribbla il portiere avversario e trova la sua nona marcatura stagionale.

L’Aquila allunga fino a quota 39, l’Ambra viene intanto fermato sull’1-1 nel difficile match contro l’Alberoro e resta indietro di due lunghezze. Domenica prossima il Montevarchi ha l’occasione d’oro per tentare la fuga nell’attesissimo big match del Brilli Peri tra la prima e la seconda della classe.

Articoli correlati