30, Giugno, 2022

Il Sansovino presenta reclamo, resta in sospeso lo 0-2 per l’Arno Laterina

Più lette

La società arancio-blu conferma quanto annunciato domenica scorsa al termine della gara. Al centro della contestazione un presunto errore nello schieramento dei giovani fuori quota. La vittoria dei valdarnesi non viene omologata, sarà il Giudice a decidere. Fissata intanto la data dei recuperi: San Donato-Rignanese e Castiglion Fibocchi-Pergine si giocano il 12 febbraio

Il Sansovino conferma la volontà di presentare reclamo e dunque l’omologazione del risultato della partita vinta domenica scorsa dall’Arno Laterina per 2-0 è stata per il momento sospesa. La decisione spetta ora al Giudice sportivo che intanto ha fissato la data dei recuperi per le gare rinviate domenica scorsa: si gioca il 12 febbraio.

Domenica scorsa i gialloblù hanno conquistato una vittoria preziosa per la corsa alla salvezza sul campo del fanalino di coda. Ma già al fischio finale dell’arbitro il Sansovino aveva annunciato l’intenzione di contestare il risultato. Questi i fatti: il classe 1995 Arcioni dell’Arno Laterina viene espulso al 33’ del secondo tempo e i gialloblù restano con solo due dei tre giovani fuori quota che il regolamento vuole in campo. Cinque minuti più tardi mister Pratesi manda in campo il classe 1989 Rocchi al posto di un altro “vecchio”. I giovani in campo erano e restano due.

Secondo il Sansovino la squadra ospite sarebbe stata obbligata a ripristinare il numero dei fuori quota in caso di sostituzione, secondo l’Arno Laterina il giocatore espulso continua ad occupare uno dei tre posti da riservare ai giovani, con lo svantaggio non da poco di dover giocare senza di lui. Il regolamento usa una formula che si presta a più interpretazioni: “Le società hanno l’obbligo di rispettare, sin dall’inizio e per l’intera durata delle gare e, quindi, anche nei casi di sostituzioni successive, la disposizione minima di impiego dei calciatori sopra indicata. Resta inteso che, in relazione a quanto precede, debbono eccettuarsi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano già state effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortuni dei succitati calciatori”. Anche i precedenti vanno in direzioni opposte. Sarà il Giudice a fare chiarezza.

Lo stesso Giudice che intanto ha fissato a mercoledì 12 febbraio la data dei recuperi delle partite rinviate domenica scorsa. Tra le valdarnesi, la Rignanese sarà impegnata alle 15 sul campo del San Donato Tavernelle per il campionato di Eccellenza, mentre alle 20.30 si gioca il derby di Seconda categoria tra Castiglion Fibocchi e Pergine.
 
 

Articoli correlati