26, Giugno, 2022

Il comitato di Giulia Mugnai effettua sondaggi telefonici. Domande sui candidati e sui problemi del territorio

Più lette

In Vetrina

Molti i cittadini di Figline e Incisa che da ieri hanno ricevuto le telefonate. La notizia rimbalza anche su Facebook non senza qualche critica. Il comitato per Giulia Mugnai sindaco precisa: “Abbiamo scelto di utilizzare, in questa lunga campagna di ascolto, diversi strumenti per raggiungere i cittadini e comprendere le loro esigenze”

Da ieri alcuni cittadini di Figline e Incisa sono stati contattati da personale di un'agenzia specializzata per effettuare un sondaggio sulle primarie del Pd che si terranno il 9 marzo. A commissionarlo è stato il comitato per Giulia Mugnai sindaco, una dei due candidati.

Le domande che gli incaricati rivolgono ai cittadini riguardano i due candidati o la situazione del territorio con riferimento a quanto sinora fatto. La notizia rimbalzata anche su Facebook ha sollevato anche qualche critica. Il comitato, invece, al riguardo precisa:

“Come Comitato abbiamo scelto di utilizzare, in questa lunga campagna di ascolto, diversi strumenti per raggiungere i cittadini e comprendere le loro esigenze. La politica, utilizzando i soli metodi tradizionali di comunicazione, si dimostra sempre più incapace di arrivare a comprendere appieno i sentimenti delle nostre comunità, per queste ragioni si manifesta sempre di più la necessità di utilizzare tutti gli strumenti che oggi sono diventati fondamentali: sondaggi, social network, newsletter, forum tematici".

"Restiamo ovviamente convinti che il confronto diretto sia comunque il mezzo più costruttivo e approfondito per incontrare i cittadini e le loro istanze, coinvolgendoli in prima persona in un percorso partecipato e condiviso di costruzione del programma. Per queste ragioni lanceremo nei prossimi giorni l’iniziativa del “candidato a domicilio”, un giro di tutto il territorio di Figline e Incisa durante il quale Giulia si presenterà e ascolterà critiche e proposte, casa per casa, piazza per piazza.”

 

Articoli correlati