28, Giugno, 2022

Giorno della Memoria: gli studenti incontrano l’ex deportato Faliero Chiarantini

Più lette

In Vetrina

Si è tenuto sabato il primo dei due appuntamenti organizzati dall’amministrazione comunale di Figline Incisa per il Giorno della Memoria. Al teatro Il Vivaio di Incisa gli studenti della scuola secondari di primo grado ‘Alighieri’ hanno assistito alla proiezione del film ‘La chiave di Sara’ e hanno ascoltato il racconto di Faliero Chiarantini ex deportato. Lunedì consegna delle medaglie d’oro

Si è tenuto sabato al teatro Il Vivaio di Incisa il primo dei due appuntamenti promossi dall’amministrazione comunale per il Giorno della Memoria che ufficialmente verrà celebrato lunedì 27 gennaio per ricordare la Shoah, lo sterminio del popolo ebraico.

Dopo la proiezione del film “La chiave di Sara” diretto da Gilles Pacquet-Brenner, in cui si affronta un episodio poco noto della Shoah durante l'occupazione nazista di Parigi, gli studenti della scuola secondaria di primo grado “Alighieri” hanno ascoltato il racconto di Faliero Chiarantini, ex deportato nel campo di prigionia di Dachau, che con i suoi ricordi ha catturato per più di un’ora l’attenzione dei ragazzi. Oltre alla dirigente dell’Istituto comprensivo Incisa-Rignano, Anna Pezzati, a portare il saluto dell’amministrazione comunale è intervenuta la sub-commissario Anna Maria Santoro:

“Questa è una giornata importante da ricordare – ha detto – il cui senso non è per niente scontato, visto che c’è ancora chi nega che la Shoa sia avvenuta. Spero che per gli studenti sia un momento di crescita e di riflessione: le nostre generazioni sono state fortunate e non hanno vissuto certe esperienze, ma nel mondo, ancora oggi, ci sono molte situazioni simili che meritano la nostra attenzione e la nostra solidarietà. Ringrazio infine il signor Chiarantini, la cui testimonianza diretta ha dato un immenso valore al Giorno della Memoria del Comune di Figline e Incisa Valdarno”.

Gli eventi promossi dall’amministrazione proseguiranno lunedì 27 gennaio con le classi terze della scuola secondaria di primo grado “Leonardo Da Vinci”, sia nella sede di via Garibaldi alle 10.00 che nella succursale di Matassino alle 10.30. Anche in questo caso sarà proiettato il film “La Chiave di Sara”, che sarà  preceduto dai saluti del sub-commissario Anna Maria Santoro e della dirigente scolastica Lucia Maddii.

Sempre lunedì 27, il vice-prefetto di Firenze e commissario del Comune di Figline e Incisa Valdarno, Antonio Lucio Garufi, consegnerà la medaglia d'onore ai parenti di Zelindo Bali, Mario Fabrizi e Bruno Silei, deportati ed internati nei lager nazisti. 
 

Articoli correlati