28, Gennaio, 2022

Gestore senza licenza: la polizia chiude due sale scommesse, una aperta da pochi giorni

spot_img

Più lette

Il personale della squadra amministrativa della divisione polizia amministrativa e sociale della Questura, insieme a quello del commissariato di Montevarchi ha controllato la sala pubblicizzata anche su Facebook. Trovato senza l’autorizzazione anche il gestore di bar del Valdarno che raccoglieva scommesse

Gestivano scommesse senza avere le autorizzazioni. Le due attività sono state chiuse dalla polizia del commissariato di Montevarchi.

La prima sala scommesse, aperta tra l'altro da pochi giorni e pubblicizzata su Facebook, è stata controllata, nell’ambito delle attività di contrasto all’esercizio del gioco illecito, dal personale della squadra amministrativa della divisione polizia amministrativa e sociale della Questura, insieme ai colleghi del commissariato di Montevarchi.

Il sopralluogo effettuato dagli agenti, anche sulla base di un esposto presentato alla Questura, ha subito evidenziato l’illegalità delle attività svolte nella sala: la gestione delle scommesse su eventi sportivi, infatti, veniva esercitata dal titolare che non aveva ottenuto la necessaria licenza richiesta dalla normativa in materia di Pubblica Sicurezza.

Il gestore della sala scommesse è stato denunciato per il reato di esercizio abusivo di attività di gioco e di scommessa.

La polizia, inoltre, ha sequestrato nove computer, altro materiale utilizzato per la gestione delle scommesse e i tagliandi attestanti le giocate abusivamente ricevute.

I controlli, poi, si sono estesi anche a un bar, del Valdarno, all’interno del quale venivano raccolte scommesse senza la licenza del Questore.

In ambedue i casi, i gestori, pur non avendo ottenuto l’autorizzazione prescritta per l’esercizio di quella specifica attività, essendo mancanti i requisiti di legge, avevano ugualmente aperto al pubblico i punti di ricezione delle scommesse.

 

Articoli correlati