20, Maggio, 2022

Convalidato l’arresto per gli autori della rapina a danno di un tecnico delle slot machine: adesso sono a Sollicciano. I carabinieri continuano ad indagare

spot_img

Più lette

Convalidato l’arresto per gli autori della rapina a danno di un tecnico delle slot machine, avvenuto nei giorni scorsi in centro a Figline. Devono rispondere di rapina aggravata, sequestro di persona, porto di una pistola giocattolo in luogo pubblico priva di tappo rosso e resistenza a pubblico ufficiale, in concorso. Il giovane anche di estorsione mentre il complice di danneggiamento del veicolo militare.

Il gip ha convalidato l'arresto per gli autori della rapina di venerdì scorso nel centro di Figline. La vittima è un giovane tecnico delle slot-machine che si stava recando in banca per versare circa 2600 euro. 

Uno dei due malviventi, mentre il tecnico stava parcheggiando in piazza San Francesco, è salito sulla sua macchina, costringendolo con una pistola giocattolo a recarsi al parcheggio del cimitero, dove un complice ha prelevato la somma dal cofano della vettura. Dopo una complessa indagine i carabinieri hanno arrestato i due autori del colpo: Alessandro Ciutiis di 23 anni e Alfonso Garofalo di 59 anni.  Devono rispondere di rapina aggravata, sequestro di persona, porto di una pistola giocattolo in luogo pubblico priva di tappo rosso e resistenza a pubblico ufficiale, in concorso. Il giovane anche di estorsione mentre il complice di danneggiamento del veicolo militare.  

Il giudice per le indagini preliminari ha confermato l'arresto ed i due sono ancora a Sollicciano. Intanto proseguono gli accertamenti da parte dei Carabinieri, coordinati da Luca Mercadante, per verificare se i due abbiano compiuto o meno nel passato rapine e furti analoghi.

Articoli correlati