26, Giugno, 2022

Bilancio di previsione 2014: voto contrario di Per un’altra San Giovanni, “Dibattito surreale”

Più lette

In Vetrina

Sul punto del bilancio di previsione, discusso nel consiglio comunale, la lista Per un’altra San Giovanni ha votato contro. “Nessun intervento né nel dibattito né nelle
dichiarazioni di voto si è levato dai banchi della maggioranza a difesa e sostegno del Sindaco”.

Bilancio di previsione 2014: nel consiglio comunale di San Giovanni la lista Per un'altra San Giovanni ha espresso voto contrario. "Oltre all’intervento del Sindaco hanno preso parola solo Martellini e Cardinali di Rifondazione Comunista. Nelle dichiarazioni di voto è intervenuto solo Mustich del Pdl. Nessun intervento né nel dibattito, né nelle dichiarazioni di voto si è levato dai banchi della maggioranza a difesa e sostegno del Sindaco". 
 
Lorenzo Martellini, nel suo intervento, ha sottolineato il nuovo ricorso all’indebitamento del Comune che "dovrà attingere nell’anno corrente un nuovo mutuo da oltre 1 milione di euro per la manutenzione e per il saldo finale alla Provincia dei lavori sulla variante alla S.R. 69". Sulle tasse 'Per un'altra San Giovanni' ha sottolineato i nuovi aumenti che graveranno sui cittadini "dalla nuova IUC ed in particolare sulla componente IMU e TASI della prima casa che vedrà salire  l’aliquota complessiva dallo 0,52% del 2012 allo 0,6% del 2014. Nessun passo avanti sarà fatto poi su una maggiore progressività delle imposte in particolare sull’addizionale IRPEF ancora al massimo per lo 0,8% e uguale per tutti indipendemente dal reddito e sugli sgravi ed agevolazioni su TARI (rifiuti) e servizi a domanda individuale quali  asili nido, mensa scolastica". 

Per quanto riguarda gli investimenti Martellini ha sottolineato "il bilancio 'gonfiato' derivante da previsti ancorchè improbabili introiti su oneri di urbanizzazione e vendita di terreni e immobili comunali come ad esempio l’intervento sui Fondali riproposto per la quarta volta nel bilancio di previsione come del resto tutte le altre opere incompiute di questa amministrazione: Bucci, Biblioteca alla ex-casa del Fascio, polo scolastico Oltrarno, rotatoria ponte Ipazia lato oltrarno". 

La lista civica non intravede novità per quanto riguarda incentivi al commercio e alle attività produttive e mette in luce le criticità della lotta all'evasione e all'elusione dei tributi e dei controlli sulle agevolazioni nel campo del sociale.

"In questo bilancio, per fare un esempio, si prevede di recuperare dalla tassa sui riifuti solo 60.000 euro pari a poco meno del 2% dell’intero costo del servizio. Mentre invece si continuerà a far cassa sulle multe". 

 

Articoli correlati