09, Dicembre, 2022

ValdarnoCinema Film Festival, al via la 40esima edizione: il premio alla carriera a Vittorio Storaro

Più lette

In Vetrina

ValdarnoCinema Film Festival arriva alla sua 40esima edizione con tante novità all’interno del cartellone di eventi. Con la direzione artistica di Marco Luceri e la presidenza di Luigi Nepi, il festival che si terrà 5 al 9 ottobre tra il Teatro Masaccio e Palomar Casa della cultura, presenterà 21 film e documentari; un omaggio a Pier Paolo Pasolini in occasione delle celebrazioni per i cento anni dalla nascita; la nuova sezione Valdarno Kids, dedicata ai più piccoli e un focus sulla “virtual reality” con Così è (o mi pare) di e con Elio Germano.

È stato presentato ieri a San Giovanni, il programma del ValdarnoCinema Film Festival: quest’anno sarà Vittorio Storaro, maestro della luce di tanti capolavori di registi come Francis Ford Coppola, Bernardo Bertolucci e Woody Allen, a ricevere il Premio Marzocco alla carriera; la cerimonia di premiazione sarà sabato 8 ottobre presso il Cinema Teatro Masaccio. Il festivai si svolge con la collaborazione del Comune di San Giovanni Valdarno e del Cineclub Fedic sangiovannese, con il patrocinio della Regione Toscana e il supporto di Fondazione Sistema Toscana.

Marco Luceri, direttore artistico:“È un grande onore per il ValdarnoCinema Film Festival, per un’occasione così importante come la sua 40esima edizione poter insignire del Premio Marzocco alla Carriera un maestro come Vittorio Storaro, uno dei più grandi cinematographer della storia del cinema. Storaro ci ha regalato attraverso le sue immagini le luci, le ombre e i colori di tantissimi capolavori di importanti autori come Bertolucci, Coppola, Allen e tanti altri. È stato e continua a essere uno dei più importanti artisti italiani nel mondo, capace di coniugare la sua grande sapienza tecnica alle potenzialità espressive e visionarie del cinema, dell’arte e della filosofia”.

Luigi Nepi, presidente del ValdarcoCinema Film Festival:” In questa importante e ricca edizione, abbiamo cercato di coinvolgere le scuole e tante altre realtà del territorio. Tra le collaborazioni del festival c’è l’Istituto Statale d’istruzione Superiore “Isis Valdarno” di San Giovanni Valdarno, che curerà le dirette streaming degli incontri in sala con i registi e le manderà in onda sul suo canale YouTube. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione del Festival e ricordare che il programma è stato concordato da una commissione di selezione dei film che ha lavorato in maniera esemplare.”

Il Sindaco Valentina Vadi e l’assessore alla cultura Fabio Franchi:“Quaranta edizioni è indubbiamente un traguardo importante per un festival cinematografico. Ed è occasione di bilanci e di prospettive per il futuro. Partito come festival nazionale, con un concorso per soli autori italiani, da dieci anni si è aperto al cinema internazionale, in quattro decadi ValdarnoCinema è stato capace di essere sempre al passo con la contemporaneità cinematografica, attraversando da protagonista l’era dell’analogico, del digitale, del web (ricordiamo come, qualche anno fa, fu proprio il nostro festival uno dei primi ad aprire un focus specifico sulle web series, che all’epoca stavano facendo breccia soprattutto tra il pubblico più giovane), riuscendo sempre a intercettare tutti i fermenti che hanno attraversato la settima arte, spesso anticipandone le principali innovazioni, i nuovi linguaggi e le tendenze più significative”.

Il concorso prevede 21 opere italiane e internazionali che saranno votate dalla giuria ufficiale presieduta dal regista Duccio Chiarini e composta inoltre da Simone Emiliani, giornalista e critico cinematografico e Donatella Pascucci, alla Direzione Cinema del Ministero della Cultura; mentre 6 saranno le opere toscane fuori concorso. Di seguito, il programma completo del festival.

Articoli correlati