10, Agosto, 2022

Un anno di Palomar: la Casa della Cultura festeggia il compleanno con una serie di iniziative

Più lette

In Vetrina

In un anno di attività 19.133 persone hanno oltrepassato la porta di piazza della Libertà, 6242 sono i prestiti librari con materiale della biblioteca e interbibliotecario, 452 i nuovi iscritti e 1436 le nuove acquisizioni fra compere e donazioni. Sono numeri che la dicono lunga sull’attività svolta da Palomar, la Casa della Cultura di San Giovanni in un anno. Dal 19 giugno dello scorso anno, infatti, la struttura è diventata un importante punto di riferimento per la città ma non solo.

L’edificio, ristrutturato, restaurato ed allestito grazie ai contributi della Regione Toscana e all’impegno economico del Comune di San Giovanni Valdarno, ha accolto la biblioteca comunale Masaccio in cui trovavano posto il prestito librario, la consultazione e lo studio con postazioni a sedere, accoglienza, informazione e reference, biblioteca ragazzi, access point (per la fruizione gratuita della rete e della connessione con postazioni dedicate).

Palomar è oggi dotata di 5 postazioni pc per utenti, 2 postazioni di autoprestito per adulti e ragazzi, una postazione hublet con 6 tablet per prestito agli utenti, uno schermo per visionare dvd e un grande ledwall nella sala conferenze al primo piano.

Ma nella Casa della Cultura sono state organizzate anche tante iniziative: 25 presentazioni di libri con autori, 4 incontri musicali, 13 incontri con i cittadini, 53 incontri con le scuole e 7 mostre di fotografia, di disegni, di fumetti e di opere d’arte di artisti. Sono stati messi in scena 10 spettacoli del teatro dei burattini, organizzate 50 letture ad alta voce per “l’ora del racconto” e 15 letture del progetto “Nati per leggere”.

Tanti inoltre i servizi offerti e le collaborazioni attivate: creazione dello scaffale “Nati per leggere”, lettera e dono di un libro e materiale del progetto ai nuovi nati, attivazione dello “Scaffale circolante” con libri in lingua in collaborazione con il polo regionale di documentazione interculturale di Prato, allestimento dell’area Baby pit stop per allattare il proprio bambino garantendo il diritto alla salute, riapertura del servizio Bibliocoop in collaborazione con i volontari della sezione soci Coop, CoopFi e Regione Toscana, promozione della rassegna Le piazze del sapere, collaborazioni con il Cinema Masaccio e ValdarnoCinema Film Festival, gli istituti superiori Licei Giovanni da San Giovanni e Isis Valdarno, la Marzocchina, Fotoclub Il Palazzaccio, servizio Civile universale in collaborazione con Anci, Sistema museale del Valdarno e musei cittadini.

Per festeggiare un anno di attività sabato 2 luglio sono previste una serie di iniziative che hanno per protagonista la luna fra racconti, incontri e visioni: alle 9,30 “Palomar in tour”, con visita al palazzo e ai suoi servizi seguita dal reading da Palomar di Italo Calvino, alle 10, nella sezione ragazzi al piano terra è organizzata l’iniziativa “E la luna bussò” con racconti per bambini e ragazzi tratti da “Le Cosmicomiche” di Italo Calvino e “Voglio la luna”, alle 10,30 nella sala multimediale al secondo piano sarà proiettato il cortometraggio “La luna” di Enrico Casarosa.

Momento centrale la presentazione alle 11,30 nella sala conferenze al primo piano del video realizzato da Meet (Multimedia electronic engineering of technology) dell’Isis Valdarno proprio su Palomar. Interverranno il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi, l’assessore alla cultura Fabio Franchi, il dirigente scolastico dell’Isis Valdarno Lorenzo Pierazzi e i docenti Paolo Corsi e Gherardo Becattini.

Sabato sarà inoltre l’ultimo giorno per quello che è stato l’orario invernale e primaverile. Dal 4 luglio al 10 settembre infatti la Casa della cultura sarà aperta tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e i martedì e giovedì pomeriggio dalle 15 alle 19.

Articoli correlati