21, Maggio, 2022

Le calze della Befana consegnate ai bambini con il ‘drive through’

spot_img

Più lette

Epifania alternativa a Montevarchi con la Befana che consegnerà il consueto dono delle calze ai bambini, ma senza farli scendere dall’auto: una consegna in ‘drive through’, come siamo ormai purtroppo abituati a fare per i tamponi. “Quest’anno distribuiremo le calze della befana in una maniera diversa – afferma l’assessore Sandra Nocentini – Con un numero di contagi in aumento e l’assoluta necessità di evitare gli assembramenti, abbiamo ripensato alle modalità di consegna rispetto a quanto stabilito il mese precedente, ma insieme al Sindaco abbiamo deciso di non annullare l’iniziativa legata alla tradizione della befana, perché rimane l’ultimo momento di festa per i bambini prima del rientro a scuola e loro sono sempre al centro dei nostri pensieri”.

Per questo motivo, le calze saranno distribuite giovedì 6 gennaio, dalle ore 9.00, nel parcheggio dietro allo stadio comunale, in modalità drive through e in piena sicurezza. “Ciò significa che i genitori potranno accompagnare i bambini in auto e troveranno la befana ad accoglierli per dare loro i doni attraverso il finestrino della macchina. In questi giorni abbiamo portato le calze anche alla nostra casa di riposo che rimarranno in deposito per qualche giorno onde evitare che possano essere veicolo di contagio per gli ospiti. Abbiamo inaugurato il Natale coinvolgendo i bambini e i nonni e le nonne proiettando i loro disegni realizzati nel mapping in piazza Varchi, chiudiamo questo periodo dedicando a loro l’Epifania per il grande significato che abbiamo voluto attribuire a tutte le Festività. Un grazie particolare agli sponsor, Coop di Levane, Tipografia La Zecca e Viola Club Valdarno, che hanno sostenuto l’Amministrazione comunale nel quantitativo di calze e nella produzione del materiale informativo, confermando ancora una vota quanto le imprese del territorio siano generose e vicine alla comunità. Cari bambini, la befana vi aspetta come ogni anno per darvi una calza piena di sorprese!”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati