18, Agosto, 2022

Il Comitato 8 marzo – 25 novembre a presentato il cartellone delle iniziative per la giornata internazionale della donna

Più lette

In Vetrina

Questa mattina, presso Paloma Casa della Cultura, è stato presentato il cartellone di eventi in programma nel territorio per celebrare la ricorrenza dell’8 marzo, da parte del Comitato 8 marzo-25 novembre. Tante le iniziative che si svolgeranno anche nei mesi a venire nei comuni del Valdarno, per celebrare la giornata dell’8 marzo e i temi che concerne.

Incontri di approfondimento, mostre fotografiche, spettacoli teatrali, convegni, concorsi, inaugurazioni. Questa mattina a Palomar, la Casa della Cultura di San Giovanni Valdarno, è stato presentato il ricco programma di appuntamenti organizzati dal Comitato 8 marzo – 25 novembre del Valdarno di cui fanno parte i comuni di Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Montevarchi, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini oltre a numerose associazioni che operano con impegno e dedizione nel territorio. Il cartellone ha l’importante patrocinio della Provincia di Arezzo e della Conferenza zonale dei sindaci. La Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999 con lo scopo di promuovere momenti di riflessione e di conoscenza relativi ai fenomeni della violenza di genere che, ancora oggi, presenta numeri, condizioni e casistiche preoccupanti.

“L’8 marzo – hanno dichiarato le rappresentanti dei 6 comuni di Bucine, Castelfranco Piandiscò, Cavriglia, Montevarchi, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini –  ci ricorda sia le conquiste sociali, economiche e politiche ma anche, purtroppo, le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state, e sono ancora, oggetto in quasi tutte le parti del mondo. Negli ultimi decenni si sono compiuti  progressi importanti ma vi sono ancora barriere e disuguaglianze che tengono le donne un passo indietro. La pandemia ha mostrato con quanta facilità si possono vanificare conquiste che hanno richiesto anni di battaglie, come le donne siano fra i soggetti più colpiti dalla pandemia in termini di disoccupazione e condizioni di lavoro precarie, e quanto ancora siano vulnerabili di fronte alle violenze domestiche. Prioritaria rimane quindi la prevenzione che si può attuare attraverso la diffusione di una cultura e di una educazione al rispetto delle differenze di genere, al riconoscimento e al rispetto e del ruolo delle donne nel contesto pubblico e in quello privato, attraverso un’educazione all’affettività consapevole rivolta ai giovani”.

 

Il Comitato 8 marzo – 25 novembre ormai da tanti anni, in Valdarno, organizza eventi di sensibilizzazione sulle tematiche di genere che non si fermano alla sola giornata dell’8 di marzo, ma che, per diverse settimane, arricchiscono l’offerta dell’intero territorio. “Anche per quest’appuntamento del Comitato 8 marzo 25 novembre – commenta il coordinatore Silvano Alpini – il risultato della collaborazione tra amministrazioni, associazioni è stato veramente di alta qualità: presentiamo un programma unico e interessante con moltissime iniziative che pongono sempre al centro la Donna e i suoi molteplici volti. Importante anche l’allargamento del Comitato a comuni della Vallata come Castelfranco Piandiscò grazie all’assessore Angela Fortunato.  Gli eventi sono tantissimi tutti nel cartellone sia del Comitato, sia della Provincia. Sicuramente quello più impattante ed emozionante è il progetto di Lucia Baldini con le immagini di 23 donne che arrivano da ogni parte del mondo, ognuna con la propria cultura ma perfettamente integrate nel nostro territorio”.

 

Articoli correlati