15, Agosto, 2022

I luoghi dell’anima: una raccolta di racconti scritta a più mani per raccontare la frazione di Gorgiti

Più lette

In Vetrina

Lo scorso sabato è stato presentato a Gorgiti “I luoghi dell’anima”: un libro composto da racconti collezionati grazie agli abitanti della frazione. L’idea è nata in piena pandemia da Claudio Baldi che chiamando gli abitanti del borgo, ha chiesto loro di scrivere qualcosa che per loro raccontasse Gorgiti: un racconto, un aneddoto storico, una poesia, un ricordo. Accolta la richiesta, grazie ad Andrea Rubrigi, gli scritti sono stati sistemati e poi editi per Aska Edizioni.

Andrea Rubrigi, curatore del libro: “Qesto libro nasce dall’idea di Claudio Baldi che non abitando a Gorgiti durante la pandemia, ha cercato di raggiungere la frazione con la mente. Così ha iniziato a fantasticare fino a quando ha deciso di telefonare agli abitanti della frazione proponendo di stilare un racconto, scrivere una poesia, un ricordo, qualcosa che raccontasse Gorgiti. Ognuno ha inviato il proprio racconto e a quel punto, lui mi ha chiesto di rimettere tutti i pezzi insieme, ai fini di una pubblicazione. Ala stesura hanno partecipato una trentina di persone; i racconti sono variegati, non si tratta di una storia cronologica; ci sono per esempio i racconti delle gite di un tempo, del fatto che non c’era la strada per raggiungere Loro Ciuffenna, il rapporto con Rocca Ricciarda… insomma è un libro che restituisce a Gorgiti un piccola fotografia.”

Nell’ultima pagina del libro, Rubrigi spiega:” Luoghi dove riuscire a trovare se stessi, a riflettere, a ricordare e a provare emozioni. Racconti semplici e profondi al tempo stesso. Sullo sfondo territori e città, dove sono stati trascorsi momenti particolari. che hanno lasciato ricordi e tracce indelebili, “I luoghi dell’anima”[…] Coinvolgere gli altri abitanti sarebbe stato un po’ come ritrovarsi tutti assieme in “una sera a veglia”, come usa dire, davanti ad un camino scoppiettante a raccontarci storie.”

 

Articoli correlati